La reggina Giusy Versace incanta Venezia con protesi e tacchi a spillo

L’atleta paraolimpica è arrivata al Festival del Cinema per presentare il suo docufilm sulle donne in carcere

di Redazione
giovedì 29 agosto 2019
18:14
57 condivisioni
Francesca Carollo, Giusy Versace e Jo Squillo
Francesca Carollo, Giusy Versace e Jo Squillo

Giusy Versace è sbarcata sul Lido del Festival del Cinema di Venezia per presentare un docu-film dal titolo “Donne in prigione si raccontano” che ha curato insieme a Jo Squillo e Francesca Carollo.

 

Un viaggio particolare nella sezione femminile del Carcere di San Vittore di Milano, che le tre donne hanno realizzato per documentare la vita delle detenute, dare loro voce e aiutarle a provare un senso di libertà attraverso la macchina da presa. Un docu-film che da un lato raccoglie lo sfogo di donne che hanno sempre vissuto in uno stato di prigionia fisico e mentale, e dall’altro raccoglie la testimonianza di chi sta dall’altra parte delle sbarre e cerca, ogni giorno, di aiutare queste donne a ricostruirsi una vita e un’identità, a ritrovare la propria dignità e a capire il valore profondo della vita.

 

Sul red carpet Giusy ha incantato tutti. Sorriso travolgente, abito scuro, protesi e tacchi a spillo.

A Venezia l’atleta paraolimpica reggina parlerà anche di “WonderGiusy”, il suo ultimo libro illustrato per ragazzi che insegna ai più giovani a non scoraggiarsi difronte alle avversità della vita e ricercare sempre nuove risorse per trasformare il dolore e la rabbia in speranza e voglia di vivere.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream