Da Paola a Notre Dame de Paris, nuova avventura per il ballerino Fabio Cilento

Diplomatosi all’Expression Dance di Anna Di Blasi, il talento della danza ha poi perfezionato la sua arte frequentando innumerevoli stage fin da bambino. Approda ora nella compagnia del musical diretto da Riccardo Cocciante

di Francesca  Lagatta
venerdì 12 luglio 2019
10:17
1133 condivisioni
Fabio Cilento
Fabio Cilento

«E’ sempre una gioia poter riconoscere i meriti di un paolano, specie quando si tratta di giovani e giovanissimi che si affermano con competenza e perseveranza anche al di fuori della nostra regione. Parliamo in questo caso della recente notizia che riguarda un nostro giovanissimo ballerino, Fabio Cilento. Dopo i successi riscossi in vari spettacoli della tv nazionale, è stato ora ingaggiato addirittura dalla compagnia di “Notre Dame de Paris”, il musical di Riccardo Cocciante che ha avuto enorme successo in tutti i teatri italiani». A darne notizia è il presidente del consiglio comunale di Paola, nonché consigliere provinciale, Graziano Di Natale. «Noi gli auguriamo di affermarsi sempre di più - ha detto l'esponente politico -, nella consapevolezza che l’arte e le attività artistiche possono darci una speranza di umanità migliore di quella attuale».

Chi è Fabio Cilento

Fabio Cilento, diplomatosi all’Expression Dance di Anna Di Blasi, ha poi perfezionato la sua arte frequentando innumerevoli stage fin da bambino. La danza costituisce per lui una ragione di vita, ma nel frattempo non trascura gli studi all’Università di Catanzaro e continua a lavorare nella scuola di danza che gli ha dato negli anni le grandi abilità, la serietà, la disciplina, di cui ora raccoglie i meritati frutti. Fabio partirà da Paola in agosto alla volta di Roma, dove si svolgeranno prove e lezioni quotidiane. Successivamente il talento paolano seguirà la compagnia in una lunga tournée, che toccherà i teatri delle maggiori città italiane, compresa l'Arena di Verona.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream