Pronto e vinci con noi: il quiz a premi di Domenico Milani da oggi su LaC Tv

Il programma incornicia il Tg delle 14.15 e andrà in onda dal lunedì al venerdì a partire da oggi, primo aprile. Appuntamento alle 13.30, per proseguire sino al notiziario, con rientro in studio dopo le news per la chiusura della puntata quotidiana

di Monica La Torre
lunedì 1 aprile 2019
12:20
63 condivisioni

Per essere brillante, per avere la perfetta padronanza dei tempi televisivi senza mai cadere nella noia o nell’eccesso, per essere sul pezzo con la giusta misura, non basta l’esperienza, il semplice curriculum. Per poter fare, e poter fare bene, bisogna avere talento e stile. Doti che non mancano a Domenico Milani.


Il gentleman della tv

Il volto noto della televisione calabrese unisce l’effervescenza delle origini latine alla misura acquisita grazie ad una carriera professionale che lo ha portato a operare in tutta Italia. In questo dualismo, mediato da solide buone maniere, si esprime al meglio l’essenza della sua conduzione. Oggi, è protagonista degli studi televisivi di LaC, grazie al quiz Pronto e vinci con noi.


La degna cornice del tg

Il programma, destinato ad “incorniciare” il tg delle 14.15, andrà in onda dal primo aprile, dal lunedì al venerdì. Diviso in due parti, si apre alle ore 13.30 per proseguire sino all’appuntamento con le news, e chiude la puntata con un rientro in studio di 15 minuti, in onda dopo i titoli di coda del notiziario. Una sfida nuova, destinata ad alzare il livello d’attenzione degli spettatori in quella fascia oraria, fidelizzando quanti sono interessati all’aggiornamento, alle info, alla cronaca, per unirli con quanti invece prediligono l’intrattenimento brillante e coinvolgente. Il programma è visibile sul canale 19 del digitale terrestre e sul canale nazionale 519 in Full HD, e in streaming sulle testate web del LaC tv. Una bella pagina di televisione, un notevole impegno di uomini e mezzi da parte del network LaC, che lui stesso ci illustra nel dettaglio, raccontando cosa proporrà grazie a questo gioco…


Un quiz per tutti

«Pronto e vinci con noi è stato pensato come quiz telefonico a premi, destinato alle famiglie, alle mamme, ai ragazzi: insomma, a quel target di spettatori che nella nostra fascia oraria si dedicano ad attività tradizionali. Una formula destinata ad incontrare, ad esempio, i gusti delle signore che in quel momento stanno preparando il pranzo, e che sono invogliate a partecipare grazie alla possibilità di vincere premi estremamente attrattivi, modulati sulla base della progressiva difficoltà delle domande».

I premi

«Il concorrente che riuscirà a prendere la linea, con il quale mi intratterrò di volta in volta, riceverà sempre un premio, un gadget del network LaC, pensato per fidelizzare il pubblico, e invogliare tutti alla partecipazione. Le domande alle quali sarà chiamato a rispondere, gestite da un programma informatico, saranno di cultura generale. Importante specificare che anche i premi, così come i quiz, saranno modulari, e di valore crescente: andranno appunto dal gadget di LaC al gioiello di Michele Affidato, orafo crotonese tra i più affermati».


I protagonisti? Pubblico ed ospiti

«Tengo tuttavia a sottolineare come, rispetto ad altri format, il valore aggiunto di Pronto e vinci con noi, è costituito dalla presenza in studio di un ospite speciale. Accanto a me ci sarà sempre un nuovo personaggio, del mondo dello spettacolo come del sociale: una sorta di co-protagonista del programma, destinato a cambiare ogni giorno, e che interagirà sia con i concorrenti che con la natura stessa del gioco, arrivando a determinare, laddove opportuno, l’argomento stesso dei quiz. A far da cornice, ed insieme arricchire ulteriormente il format, un elemento da me fortemente voluto, fondamentale per la perfetta riuscita del programma: il pubblico in sala, numeroso e ogni giorno diverso, scelto per interagire sia con il sottoscritto che con i concorrenti».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Monica La Torre
Giornalista
Monica La Torre, padre calabrese e madre umbra, nasce a Tropea 50 anni fa. Nenache cinquenne, è costretta da un destino avverso ad emigrare in una ridente cittadina tra Assisi e Spoleto, nel regno di Don Matteo. Passa gli ultimi 46 anni a lamentarsi per questa sorte ria, senza riuscire a trovare una scusa valida per ri-trasferirsi. Di mestiere fa la nostalgica. Nei ritagli di tempo si è laureata, ha cambiato un numero imprecisato di lavori, ha imparato a memoria le uscite della Salerno Reggio Calabria, attraversato a nuoto lo stretto di Messina, rovinato la giovinezza con vent'anni di partita IVA. Senza merito alcuno, è circondata di persone belle, che ne sopportano il pianto greco da emigrata inconsolabile. E' malata di mare ed happy hour. Tutti sanno che convive con due vizi innominabili. Quella cosa con la quale non si mangia chiamata: ARTE, e quella cosa che in Calabria è meglio dimenticare, chiamata: NATURA. Crede che la bellezza salverà il mondo, ma non il suo, perché la rivoluzione delle coscienze avverrà 24 ore dopo il suo trasferimento "altrove". Non per questo, si incazza di meno con le "capre". Non ha avversione per il denaro: è il denaro che ne ha per lei.  
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: