Diamante, Finocchiaro testimonial del Mediterraneo Festival Corto

Tra gli ospiti della nona edizione anche Daniela Rambaldi, nel ricordo del padre Carlo a 40 anni dall'uscita di "Alien"

di Francesca  Lagatta
mercoledì 5 giugno 2019
11:48
Condividi

Donatella Finocchiaro, uno dei volti più noti del cinema italiano, sarà testimonial della nona edizione del "Mediterraneo Festival Corto" di Diamante, che si terrà dal 5 all’8 settembre. E’ questa una delle anticipazioni sull’evento organizzato dal Cinecircolo Maurizio Grande diamantese, sotto la guida del direttore artistico Francesco Presta e del direttore tecnico Ferdinando Romito.

Chi è Donatella Finocchiaro

Donatella Finocchiaro, attualmente impegnata nella fiction Rai "L’Aquila - Grandi speranze", nel corso della sua carriera ha vinto, tra gli altri riconoscimenti: il Globo d’Oro come miglior attrice rivelazione nel 2003 nel 2006 come miglior attrice protagonista al Festival internazionale del film di Roma per l'interpretazione in "Galantuomini"di Edoardo Winspeare. E’ stata diretta, per il cinema, da registi come John Turturro, Roberto Andò, Giuseppe Tornatore, Mimmo Calopresti, Woody Allen, Emanuele Crialese e Pupi Avati; in teatro, tra gli altri, da Luca Ronconi, Ninni Bruschetta e Moni Ovadia. La Finocchiaro, inoltre, fu tra le interpreti del film "L’abbuffata" di Mimmo Calopresti, al fianco di Gerard Depardieu Diego Abatantuono, girato proprio a Diamante.

Grandi ospiti

L'evento vedrà anche la partecipazione di Daniela Rambaldi, che accompagnerà con la sua presenza al festival una serie d’iniziative per ricordare il padre Carlo, indimenticato mago degli effetti speciali e tre volte premio Oscar. Tra queste, in occasione dei 40 anni dall’uscita del film, una mostra dei bozzetti originali di Alien, e ancora l’esposizione dell’E.T. "originale" e dei tre Oscar vinti da Rambaldi per King Kong, Alien, ed E.T.

Ci saranno ancora: l’attore Emanuele Vezzoli, conosciuto dal grande pubblico per il ruolo di Sergio Cudicini ne "I Cesaroni"; l'attore e regista Andrea Muzzi, volto noto di Zelig; Carmelinda Gentile, la "Beba" di Montalbano; Sarah Maestri, interprete di "Notte prima degli esami"; Annalisa Insardà, appassionata voce civile e talento calabrese.

Cortometraggi in gara

Protagonisti del festival saranno anche i cortometraggi che saranno premiati nelle diverse sezioni. La scadenza per le iscrizioni è fissata per 15 giugno e tutte le informazioni sono disponibili sulla pagina facebook del Cinecircolo Maurizio Grande.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista
Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalista Leonardo Lasala, poi ad Alganews, il quotidiano on line diretto dal giornalista Rai Lucio Giordano. È in questo periodo che si forma come giornalista di inchiesta. Nel 2014 è nella redazione calabrese di Notìa, poi è la volta de L’Ora siamo Noi, La Provincia di Cosenza e una piccola parentesi televisiva nel programma Perfidia, al fianco della giornalista Antonella Grippo. Scrive ancora per Identità Insorgenti, L’Ora di Palermo, Echi dal Golfo, Diogene Moderno. Nel 2015 sottoscrive un contratto con l’agenzia Kika Media Press, scrive di cronaca su La Spia Press e di inchiesta su La Spia, il portale del giornalista Paolo Borrometi. Successivamente diventa inviata e addetta di Rete L’Abuso, il più grande osservatorio nazionale di crimini commessi in ambienti clericali, collabora per un breve periodo per Radio Siani e poi viene ingaggiata come corrispondente per Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti. Nel giugno del 2017 fonda una agenzia pubblicitaria, la Famnews & Com, e diventa direttrice responsabile della nuova testata giornalistica calabrese di inchiesta La Lince. A gennaio 2018 i suoi articoli vengono pubblicati sul settimanale statunitense Harbor News, mentre qualche mese più tardi è il giornale italo canadese Grandangolare ad annoverarla tra i suoi collaboratori. Sulle riviste nazionali ha firmato per i settimanali Cronaca in diretta e Tutto. Dall’agosto del 2018 è corrispondente per LaC News24.   Dal luglio del 2017 compare nell’elenco nazionale dei giornalisti minacciati stilato dall’autorevole sito Ossigeno per L’informazione. Nella sua breve carriera ha già ricevuto cinque premi per le sue inchieste giornalistiche, assegnati da tre diverse regioni del sud Italia: Sicilia, Calabria e Basilicata. Si occupa in prevalenza di 'ndrangheta, sanità, massoneria, politica, pedofilia e corruzione, ma il suo tarlo è la denuncia sociale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: