Carolei, al via la prima edizione di Pulsazioni artistiche festival

Musica, teatro, danza, fotografia, pittura, artigianato, laboratori e artisti di strada per una kermesse che intreccia diversi mondi e spazi attraverso i quali concepire l'arte

di Redazione
mercoledì 3 luglio 2019
11:23
181 condivisioni

Al via la prima edizione di Pulsazioni artistiche festival, kermesse ideata e realizzata dall’Associazione Noise , con la direzione artistica di Angelo Sposato, che si svolgerà all'interno del centro storico di Carolei, piccolo borgo della provincia di Cosenza, fino al 21 luglio, con una serie di appuntamenti disseminati nella stagione estiva. Il Festival rientra nei progetti finanziati dalla Regione Calabria – Pac 2014/2020.

Musica, teatro, danza, fotografia, pittura, artigianato, laboratori e arti di strada, filo conduttore della rassegna è l’intreccio di diversi mondi e spazi attraverso i quali concepire l'arte.

Il programma

Un’offerta culturale - quella di Pulsazioni artistiche festival - che mira a far rivivere, attraverso la molteplicità dei linguaggi artistici, Carolei, meraviglioso borgo delle serre cosentine situato nella Valle del Busento, città natale del celebre pianista e compositore Alfonso Rendano.

Dopo una preview lo scorso 27 giugno con lo spettacolo teatrale “Tratti d’inganno”, una produzione di AttoriInCorso, il 6 luglio arriva Mimmo Cavallaro, una delle voci più affermate nella scena della musica popolare, interprete unico della tradizione calabrese, autore di brani inediti che affondando le loro radici su un lavoro di ricerca sull'universo sommerso di testi e canti tramandati oralmente in Calabria da una generazione all'altra.

 

Un connubio artistico speciale in scena il 7 luglio: sul palco del festival arriva Leon Pantarei & Renanera con “Rhythmology”. Guru della groove therapy, percussionista, musicoterapeuta, cantante, insieme ai Renanera, band lucana dal sound elettronico di matrice etnica, presenteranno il loro nuovo lavoro: un metissage di suoni, capaci di oscillare anche linguisticamente tra il dialetto calabro-siculo e gli idiomi del mondo.

 

Ma non finisce qui, insieme a Leon Pantarei ad accendere questa seconda serata in programma Valentina Balistreri, artista dotata e appassionata,  un cognome impegnativo e importante legato alla voce della storica cantastorie siciliana. Una meticolosa e puntuale attività di ricerca che attraversa tutta la tradizione della musica popolare, al servizio di un canto e una narrazione che affondano le loro radici in una tradizione antica, da custodire e preservare allo scorrere del tempo.

 

La conclusione sarà affidata il 21 luglio al musical di danza “Moulin Rouge” e al live esplosivo di Hosteria di Giò, band dalla solida storia live che nasce con l’obiettivo di cantare e promuovere storie, stornelli, canti e balli della tradizione popolare calabrese, quelle stesse storie che ancora oggi hanno eco nelle vecchie cantine e osterie dei nostri borghi. Narrare in musica storie antiche che rischiano di perdersi nella memoria del tempo.

 

Il Festival che entrerà nel cuore di questa prima edizione nei prossimi giorni, ha iniziato i suoi primi battiti, lanciando un contest fotografico dal tema “Calabria meravigliosa” , Un concorso per raccontare, attraverso la fotografia, una regione dalle mille meraviglie, da scoprire e riscoprire. L’ingresso alla kermess è libero.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: