Falcomatà: «Si ponga fine al commissariamento della sanità»

VIDEO | Il sindaco di Reggio auspica la fine della gestione commissariale in occasione della presentazione di un'intesa con la Regione Sicilia per concedere ai malati reggini che hanno bisogno di cure quotidiane a Messina di poter beneficiare di tariffe agevolate

di Ric. Trip.
lunedì 16 luglio 2018
13:20
Condividi
La conferenza stampa
La conferenza stampa

Un protocollo d’intesa per consentire ai malati oncologici, in dialisi e ai bambini affetti da patologie psichiatriche che devono con frequenza curarsi a Messina di poter usufruire di tariffe agevolate per attraversare lo Stretto. L’intesa ha coinvolto Bluferries, la Regione Sicilia l’Asp di Messin, l’Azienda ospedaliera di Papardo, il Centro neurolesi “Bonino Pulejo” e l’Azienda ospedaliera universitaria Policlinico “Gaetano Martino”. I biglietti per le navi costeranno meno della metà per i pazienti per come annunciato dal sindaco Giuseppe Falcomatà e dal suo vice Riccardo Mauro che hanno convocato una conferenza stampa al salone dei Lampadari di palazzo San Giorgio.

In particolare agli utenti idonei verrà concesso un titolo di viaggio scontato a 15 euro a fronte degli ordinari 33 per l’attraversamento in giornata e entro i tre giorni, mentre per permanenze superiori la tariffa sarà di 37 euro a fronte di 65.

Falcomatà ha sottolineato come il protocollo non sia costato nulla alla casse del Comune e della Città Metropolitana e che si tratta però di una soluzione alla quale si è dovuti ricorrere perché le strutture calabresi non sono in grado di fornire le cure adeguate ai propri cittadini. «Mi auguro che il protocollo possa durare per il periodo più breve possibile» ha dichiarato ancora il primo cittadino che ha poi allargato la riflessione al sistema sanitario calabrese. «E’ evidente che se continuano ad esistere situazioni di questo tipo qualcosa non ha funzionato nella gestione degli anni passati. Evidentemente passare da un commissario all’altro non ha prodotto i risultati sperati. Per questo auspico che la gestione della sanità possa passare direttamente alla Regione, così come è avvenuto in Campania o in Abruzzo. Bisogna far tornare al governo regionale una materia che è di sua competenza». Il sindaco, addirittura, ha ulteriormente sviluppato il suo ragionamento dichiarando che, in ogni caso, sarebbe preferibile un ritorno al passato: «La competenza sanitaria dovrebbe essere secondo me nazionale per evitare differenze di servizio tra le varie Regioni italiane».

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ric. Trip.
Giornalista
Riccardo Tripepi, avvocato del foro di Reggio Calabria e giornalista pubblicista, collabora da oltre venti anni con periodici e quotidiani, locali e nazionali, occupandosi prevalentemente di politica regionale, cronaca sindacale e dei principali eventi calabresi. Dal 2007, da giornalista accreditato, racconta la cronaca istituzionale del Consiglio Regionale della Calabria e delle Commissioni Consiliari. Tra i principali organi di informazione con i quali ha collaborato: L’Altra Reggio, Nuovo Giangurgolo, Il Domani della Calabria, Calabria Ora, l’Ora della Calabria, l’Avvenire, il Garantista, Radio Studio Uno, Radio Touring e Sud Tv. Attualmente è editorialista politico presso “Cronache delle Calabrie”, quotidiano a diffusione regionale diretto da Paolo Guzzanti; collabora con Il Dubbio, quotidiano a diffusione nazionale diretto da Piero Sansonetti, il sito internet Zoomsud diretto da Aldo Varano, e il portale del Consiglio regionale della Calabria “Calabria on Web” diretto da Romano Pitaro. E’ direttore responsabile della rivista bimestrale “Medinbus” diffusa sulle linee nazionali dei pullman della ditta Federico.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: