Ospedale di Locri, l'emergenza continua. E Calabrese invoca la Madonna di Polsi

La carenza di personale ha costretto il direttore sanitario a ridurre i posti letto nei reparti. Il sindaco di Locri “punge” Oliverio

di Ilario  Balì
giovedì 9 agosto 2018
16:11
11 condivisioni

Quiescenze, malattie, limitazioni ed esenzioni, legge 104, ferie dovute, dimissioni e personale mai sostituito. Stante la gravissima criticità dovuta alla carenza di dirigenti medici e personale di comparto nei reparti di Medicina, Neurologia e Pneumologia dell’Ospedale di Locri, il direttore sanitario Pasquale Mesiti, al fine di non interrompere un servizio di pubblica utilità, ha disposto la riduzione dei posti letto nel reparto di medicina a 15, a partire da lunedì 13 agosto fino a fine mese. Per assicurare la continuità assistenziale pomeridiana, nei tre reparti attenzionati è stata disposta anche la guardia interdivisionale.

Una situazione di emergenza non nuova per il nosocomio locrese, più volte denunciata dai sindacati di categoria, e mal digerita dal primo cittadino Giovanni Calabrese, il quale provocatoriamente ha affidato ai social un lungo sfogo invocando l’intercessione della Madonna di Polsi.

«In tutto questo apocalittico e drammatico scenario nella Locride – ha tuonato il sindaco - la cosa più importante per la politica regionale e per il suo Presidente, che ci sorvola in elicottero, è la strada che porta al Santuario di Polsi, dove la Regione Calabria sta spendendo ben 20 milioni di euro per darci la possibilità di raggiungere agevolmente il famoso santuario e luogo di grande ed importante culto. Ci affidiamo quindi alla Madonna di Polsi – ha rimarcato - affinché ci aiuti a risolvere tutte le drammatiche problematiche della Locride ed i particolar modo dell'Ospedale di Locri che i nostri politici continuano volutamente ad ignorare». 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Ilario  Balì
Giornalista
Trentatre anni, giornalista con una laurea in Scienze della Comunicazione conseguita presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università della Calabria. Sin da ragazzo il suo interesse è stato rivolto al giornalismo e alla comunicazione. A fine 2004 ha sostenuto il tirocinio universitario presso l’ufficio stampa del Comune di Reggio Calabria. Il contatto con un quotidiano vero e proprio nel 2006, da collaboratore con Calabria Ora (poi L'Ora della Calabria). La collaborazione si è intensificata dal 2010 fino alla chiusura (giugno 2014), periodo nel corso del quale alla normale attività di collaboratore è seguita quella di redattore. Da settembre 2015 a maggio 2016 ha collaborato come pagellista per la testata calciomercato.it. Da ottobre 2016 a maggio 2017 ha ricoperto l’incarico di redattore nel quotidiano regionale Cronache delle Calabrie, diretto da Paolo Guzzanti.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: