Lamezia, allarme bimbi non vaccinati nella comunità rom. L'Asp incontra le mamme (VIDEO)

Il responsabile del servizio vaccinazioni dell'Asp di Catanzaro: «Se necessario andremo a vaccinare direttamente a Scordovillo». Oggi il confronto organizzato all'interno della scuola Davoli dall'associazione Donne e Futuro

di Tiziana Bagnato
lunedì 19 febbraio 2018
14:52
Condividi

La scuola elementare Davoli, a pochi passi dall'accampamento di Scordovillo, il più grande campo rom del Sud Italia ha due primati. È frequentata al cento per cento da bambini di etnia rom e allo stesso tempo ha una percentuale bassissima, irrisoria, di alunni vaccinati: due su settanta.

 

 Ecco perché l'associazione Donne e Futuro, da tempo impegnata nel volontariato con donne di etnia rom, ha organizzato un incontro, proprio nei locali della scuola, tra le mamme e il responsabile delle strutture vaccinali dell'Asp di Catanzaro Rosario Raffa mettendo in pratica il detto “Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto”.

«E' importante vaccinare i bambini e non importa da quale realtà sociale provengano. Ecco perchè abbiamo deciso oggi di essere qui e se necessario andremo a vaccinare direttamente a Scordovillo», ha spiegato Ruffa che ha cercato di diradare i dubbi delle madri e, a volte, anche delle nonne.

 Il dato emerso è quello di una campagna no vax arrivata tramite la televisione anche tra i container e le baracche fatiscenti dell'accampamento. «Ho sentito che un bambino dopo il vaccino è morto», ha detto una donna seguita da un'altra che, invece, ha spiegato «dicono che i vaccini fanno ammalare di cose brutte».

 Ma non è solo la tutela della salute il binario su cui fare viaggiare la campagna di vaccinazione. Il rischio è anche che i piccoli debbano essere allontanati spiega la dirigente dell'istituto comprensivo Gatti, di cui la Davoli fa parte, Annamaria Rotella: «Nel caso della scuola dell'infanzia la legge dice che se non si regolarizzano con i vaccini, i dirigenti devono allontanare i bambini inadempienti».

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Tiziana Bagnato
Giornalista
Lametina, laureata in Scienze della Comunicazione con indirizzo Giornalismo alla Lumsa di Roma, Tiziana Bagnato ha sempre affiancato la carta stampata all’ambito televisivo. Dopo aver lavorato nell’emittente regionale Calabria Tv e per diversi anni per il quotidiano Calabria Ora, poi L’Ora della Calabria, è approdata nell’emittente St Television e sul quotidiano Il Garantista di cui è ancora firma. 
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: