Giornata Aido, la Garante per l'infanzia: «I giovani portavoce di speranza»

In occasione dell'evento di Reggio Calabria, Giovanna Campolo ha sottolineato l'importanza delle nuove leve nel campo della donazione degli organi 

di Redazione
domenica 30 settembre 2018
10:54
Condividi

Si rinnova l’appuntamento annuale “Un Anthurium per l’informazione”, la campagna di sensibilizzazione sulla donazione e il trapianto di organi promossa da Aido - Associazione Italiana per la Donazione di Organi, Tessuti e Cellule. I volontari del gruppo comunale Aido di Reggio Calabria, in collaborazione con Sanitelgest, allestiranno questo pomeriggio, dalle 17 alle 20, una postazione presso il Centro Commerciale “Porto Bolaro”. L’iniziativa, avviata ieri, ha visto la partecipazione dei volontari presso la piazza della chiesa di San Giorgio al Corso.


L’Aido di Reggio Calabria, presieduto da Nicola Pavone, ha registrato tra i volontari la presenza di Giovanna Campolo, Garante dell'infanzia e dell'adolescenza del Comune di Reggio Calabria che ha espresso la sua visione sulle esperienze fatte con Aido presso le scuole di ogni ordine e grado nei progetti di diffusione dei principi di cultura e salute. «I giovani - ha dichiarato la Garante - sono il futuro non solo della nostra città ma della vita stessa. Essi con le loro riflessioni possono diventare i veri portavoce del valore della donazione degli organi. Con il loro impegno diventeranno gli ambasciatori nelle famiglie - ha concluso Giovanna Campolo - e nella società di questo meraviglioso messaggio etico e morale di salute e speranza a chi la salute la va perdendo». 


L’intento di intraprendere una campagna informativa preventiva nasce per coinvolgere il maggior numero di cittadini che spesso presenta, senza saperlo, varie patologie legate all’età senile. Quest’anno Aido festeggia i 45 anni di attività, un traguardo importante ottenuto con passione e tenacia grazie all’impegno di numerosi volontari attivi in tutta Italia, che ogni giorno si dedicano alla diffusione della cultura della donazione. Aido non riceve sostegni dalle Istituzioni e può contare solo sulla raccolta fondi degli associati, del 5x1000 e delle donazioni volontarie.


Aido grazie alla preziosa collaborazione dei suoi 10 mila volontari, si impegna a diffondere le corrette informazioni sulla donazione in diversi ambiti, nelle scuole, fra i giovani, nelle strutture sanitarie, organizzando incontri e occasioni pubbliche, partecipando a manifestazioni sportive e culturali, aggregative e sociali, che hanno ogni anno un momento particolarmente significativo nella Giornata “Un Anthurium per l’Informazione”.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: