Eludono la vigilanza e salgono sul tetto, la protesta dei precari della sanità

VIDEO | Manifestazione degli operatori socio sanitari di Cosenza che hanno ricevuto la lettera di licenziamento dopo 25 anni di precariato

di Salvatore Bruno
16 settembre 2019
10:19
275 condivisioni
I precari sul tetto
I precari sul tetto

Con un blitz hanno eluso la vigilanza riuscendo ad irrompere negli uffici della direzione generale dell’azienda ospedaliera di Cosenza e a guadagnare il terrazzo dell’edificio. Si inasprisce la protesta degli 80 operatori socio sanitari, in servizio alle dipendenza della Coopservice, società appaltatrice dei servizi in capo all’Annunziata. Dopo 25 anni di precariato, hanno ricevuto la lettera di licenziamento poiché la convenzione in vigore tra l’azienda ospedaliera e la Coopservice è scaduta nel mese di luglio. Una proroga era stata concessa dal commissario Cotticelli fino al 30 settembre. Adesso però sembra che i vertici dell’ospedale siano più propensi ad internalizzare le prestazioni assumendo il personale necessario attingendo alle graduatorie aperte in altre province calabresi. Per i dipendenti della Coopservice si tratterebbe di una beffa: nel 2008 hanno sostenuto un concorso proprio per poter entrare nei ranghi del personale dipendente, procedura resa inutile dal commissariamento.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream