Cosenza, allarme pulci nel centro storico -VIDEO

Effettuata una prima disinfestazione, rivelatasi però inefficace. Parte la petizione dei residenti

di Salvatore Bruno
martedì 31 luglio 2018
09:07
153 condivisioni

Da un primo esame visivo si tratterebbe di sifonatteri, insetti privi di ali. Pulci, per intenderci. Da qualche tempo stazionano in pianta stabile in alcune aree del centro storico di Cosenza, in particolare tra Via Casini ed il sopportico Abate Salfi, zone interne peraltro interessate nei giorni scorsi da una serie di interventi di bonifica promossi dall’amministrazione comunale.

Murato l'accesso di alcuni edifici pericolanti

Qui gli ingressi di alcuni edifici disabitati e degradati sono stati murati alla meno peggio, tanto che sulla strada sono visibili resti di mattoni frantumati, a testimonianza di un lavoro portato a termine non proprio a regola d’arte. Si è proceduto anche ad una disinfestazione ad opera dell’Azienda Sanitaria Provinciale. Un intervento però non sufficiente per estinguere i fastidiosi animaletti.

Programmati due disinfestazioni nel mese di agosto

E infatti nel percorrere il breve tragitto tra gli scorci pericolanti, eppure ricchi di fascino, di questa parte nascosta e poco conosciuta del borgo antico, si rischia di essere punzecchiati da decine di pulci, pronte a saltare sulle gambe dei malcapitati passanti. Altre due disinfestazioni sono state programmate nel mese di agosto, ma gli abitanti hanno sottoscritto una petizione per sensibilizzare le autorità a compiere un’azione più incisiva, con una prima fase più aggressiva ed una seconda di mantenimento. Sarebbe un errore, dicono, trascurare il problema con il concreto pericolo che la piaga possa estendersi anche ad altri quartieri, mettendo a repentaglio la salute pubblica.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: