Sanità, l'annuncio di Cotticelli: «Sbloccherò altre assunzioni»

VIDEO | All’indomani del decreto con il quale ha autorizzato le aziende al reclutamento a tempo indeterminato di 429 figure professionali il generale a Vibo Valentia ha difeso Scura e Oliverio e si è ulteriormente esposto

di Agostino Pantano
3 ottobre 2019
19:53
92 condivisioni
Saverio Cotticelli
Saverio Cotticelli

Il commissario Saverio Cotticelli sceglie Vibo Valentia per la sua prima uscita pubblica dopo il decreto che sblocca 429 nuove assunzioni a tempo indeterminato tra medici e paramedici, che definisce «un punto di partenza».

 

Cotticelli ha partecipato alla Conferenza dei sindaci del distretto sanitario unico vibonese, allargata ai manager aziendali, ai sindacalisti e alla politica nazionale e regionale, parlando anche delle 89 chiamate al lavoro che riguardano questo territorio. Alla riunione, presenti 30 primi cittadini su 50, hanno partecipato anche il presidente della Provincia, Salvatore Solano, la deputata 5Stelle Dalila Nesci e il consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Vincenzo Pasqua.

 

Cotticelli ha gettato acqua sul fuoco delle polemiche di questi mesi, rispondendo a chi lo ha criticato per aver frenato il lavoro avviato dal suo predecessore Scura, spiegando che «abbiamo fatto chiarezza sul precedente lavoro che consentiva solo assunzioni a tempo determinato». Per la Nesci «il decreto di Cotticelli va verificato», mentre il commissario si è detto d’accordo con il ministro Speranza, che ha detto che bisogna superare la gestione straordinaria, chiarendo però di essere impegnato ad elaborare un Piano «in tempi che spero siano brevi».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Agostino Pantano
Giornalista
Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto la redazione di Gioia Tauro di Calabria Ora. Con altri colleghi, usciti dal giornale per contestare la linea editoriale, ha fondato Il Corriere della Calabria, un periodico e un sito on line per cui ha lavorato come redattore. Ha collaborato con Le Cronache del Garantista e L’Unità. Ha diretto il mensile A Sinistra e la Web Tv Pianainforma.   Dal 2010 al luglio 2016 è stato al centro di un caso giudiziario tra i più gravi nella storia del giornalismo italiano: processato due volte per la sua inchiesta sullo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Taurianova, e in un caso per il reato di “ricettazione di notizie”, è stato assolto in entrambe le occasioni.   È componente del Consiglio nazionale dell’Unci (Unione nazionale cronisti italiani). È iscritto all’associazione “Articolo 21”. E’ laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla storia del V° Centro siderurgico di Gioia Tauro.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio