Catanzaro, una città a misura di pazienti affetti da demenza

VIDEO | Grazie all’Associazione Ragi Onlus abbiamo trascorso una giornata insieme agli ospiti del centro diurno Al.Pa.De.

di Daniela  Amatruda
10 settembre 2019
17:28
23 condivisioni

«Ogni mattina ci regalano i loro sorrisi e dopo un primo risveglio abbastanza energetico, organizziamo tutti insieme le attività». Iniziano così le giornate nel centro diurno dell’Associazione Ragi onlus, presieduto da Elena Sodano, che tutti i giorni, attraverso la terapia espressiva corporea integrata (la T.e.c.i) aiuta pazienti con alzheimer, parkinson e varie forme di demenza ad utilizzare il loro corpo ed i loro gesti per comunicare con gli altri ed avere una nuova vita. Sì, una nuova vita, perché i ricordi di quella passata pian piano sfumano, ma rimane la voglia di vivere e di sentirsi utili anche nello svolgere banali attività quotidiane che per loro, invece, sono importanti conquiste. Ed è questo l’obiettivo principale dell’Associazione che, tra le tante attività che svolge all’interno del Centro, organizza spesso anche delle uscite per portarli a fare compere o semplicemente per passeggiare. 

 

Le educatrici insieme agli ospiti compilano la lista della spesa e poi si parte tutti insieme per raggiungere il centro storico in un piccolo market che come molti altri esercizi commerciali, ha aderito al progetto di accoglienza e di inclusione. «Ormai si è creato un rapporto di complicità tra i nostri ospiti e gli stessi negozianti – ha spiegato Maria Masciari, educatrice Ra.Gi. Onlus – sono diventate persone di famiglia». La farina, le uova, lo zucchero, il lievito ed il latte. C’è tutto. Prima di rientrare però, sosta in gelateria per chiacchierare ancora un po’. «Le attività che svolgiamo – ha detto Francesco Boscato, ospite del Centro – sono tutte importanti perché ci aiutano a parlare, ragionare e camminare». 

 

Le prossime iniziative

Il 18 settembre l’Associazione Ragi Onlus rappresenterà la Calabria al Senato in una manifestazione organizzata dalla Cooperativa La Meridiana di Monza;

 

A fine settembre, sarà organizzata una giornata per un ospite del Centro che ha lavorato per anni all’ufficio tecnico del Comune di Catanzaro;

 

Il 18 e 19 ottobre sarà presente a Catanzaro il prof. Ivo Cilesi il “papà” della terapia della memoria e della terapia della bambola, “Doll terapy”. Il 18 ottobre, infatti, la Ragi Onlus, scelta come unica Associazione nel Sud Italia, presenterà il progetto sulla memoria ; il 19 ottobre, il prof. Cilesi, terrà un corso sulla terapia della bambola, aperto a tutti.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio