Ha 8 anni, la famiglia non ha soldi per curarlo: scatta la gara di solidarietà

L’associazione “Un mondo di Mondi” di Reggio, che ha preso a cuore il caso del piccolo Giuseppe, lancia una raccolta fondi per aiutare il bimbo

di Angela  Panzera
venerdì 19 aprile 2019
19:47
Condividi

Da Reggio Calabria parte un grande appello di solidarietà per aiutare un bambino di otto anni che il tre maggio dovrà affrontare una prova, l’ennesima che la vita gli impone nonostante sia così piccolo. Giuseppe (nome di fantasia) ha una grave patologia e a breve dovrà essere ricoverato, in day hospital, per effettuare degli esami specialistici all’Irccs fondazione “Stella Maris” a Calambrone, in provincia di Pisa.

 

Non è la prima volta che il piccolo subisce questi ricoveri, ma ad oggi la sua famiglia non ha la possibilità economica per poter effettuare, in alcun modo, sia le spese di viaggio che quelle di soggiorno. Il nucleo familiare ha un reddito molto basso e i genitori, nonostante i grandi sacrifici, riescono appena a pagare l’affitto di casa e far fronte alle spese quotidiane.

 

Ed è per questo motivo che si sono rivolti all’associazione “Un mondo di Mondi”, presieduta da Giacomo Marino, per una richiesta di aiuto alla comunità affinché parta una raccolta fondi da destinare alle spese necessarie per il ricovero del loro bambino. Solo se il piccolo Giuseppe riuscirà ad effettuare queste visite specialistiche potrà infatti, continuare il suo percorso di cura.

 

«Assistiamo ancora una volta - scrive in una nota stampa il presidente Marino - al dramma di una famiglia in condizioni di grave difficoltà economiche che impediscono le adeguate cure mediche per il proprio bambino. Per questi casi di migrazione sanitaria, causata dalle evidenti carenze della sanità locale, le istituzioni pubbliche - chiosa Marino - non garantiscono la salute neanche per i minori».

 

Già l’anno scorso il piccolo Giuseppe ha raggiunto, insieme ai suoi genitori l’ospedale di Calambrone, solo grazie alla generosità di un gruppo di persone e oggi, nuovamente, la famiglia si trova costretta a richiedere l’aiuto alla città dello Stretto. L’associazione “Un mondo di mondi” quindi si fa portavoce della loro istanza e informa che chiunque volesse aiutare Giuseppe e i suoi genitori può contattare l’associazione attraverso una mail, all’indirizzo unmondodimondirc@gmail.com, per eventuali donazioni.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: