Dalla Svezia alla Calabria, Jan Erik ora pulisce le strade della sua nuova città

Originario di Stoccolma, questo ex insegnante di 68 anni nel 2012 decise di trasferirsi a Pizzo con la moglie. Non è difficile incontrarlo mentre passeggia e raccoglie i rifiuti: «Voglio dare l’esempio»

di Rocco Greco
giovedì 27 settembre 2018
12:14
1582 condivisioni
Jan Erik Jansson
Jan Erik Jansson

Molte persone che abitano o che si trovano di passaggio a Pizzo, sulla via Nazionale oppure sulla parallela che unisce le contrade Mazzotta, Trentacapilli, Sant’Antonio e Pietà, avranno certamente notato un signore di mezz’età, con guanti e busta di plastica in mano, chinarsi e raccattare immondizia varia (pacchetti di sigarette, bottiglie di plastica, cartacce ed altro). No, non ci stiamo ripetendo, non si tratta di Ermete Mille, il pensionato amante del jogging che il Wwf ha premiato per il suo impegno e di cui abbiamo già detto. Questa volta la persona della quale vogliamo riferire è un cittadino svedese, Jan Erik Jansson. Questo signore di 68 anni, maestro elementare in pensione, avendo acquistato casa a Pizzo, in un elegante complesso residenziale sulla via Nazionale, da sei anni vive insieme con la sua consorte nel nostro Paese, alternando periodi con la sua piccola cittadina non distante da Stoccolma. Anche se, come ci dice, motivo il clima mite di cui godiamo, oramai vive più qui da noi che nella sua pur sempre amata Penisola scandinava.

 

Quanto ci piace incontrare, conoscere e disquisire nel mio incerto inglese, che con l’occasione sto rispolverando, persone come Jan. Ci ha raccontato che era stato qui da noi per due settimane, ospite di un villaggio turistico, ma ciò non gli era bastato, né a lui e né a sua moglie. Sorridendo, ci racconta che galeotti sono state la bellezza della nostra costa, i tramonti spettacolari che i vari affacci panoramici offrono, il centro storico con la piazza, il castello, le chiese ed i vicoletti a scendere e a salire: avevano capito che era qui, in questa beatitudine, che desideravano vivere serenamente gli anni che il buon Dio ancora ha riservato loro. Così, senza pensarci più di tanto, hanno fatto ciò che più desideravano.

 

Quello di togliere l’immondizia per strada, Jan lo fa perché ama l’ambiente e perché crede fermamente che l’esempio valga più di tante parole e… chi è stato insegnante non smette mai di esserlo.

Al riguardo dobbiamo registrare un dato in continua crescita, ossia che da qualche anno a questa parte molti sono stati i cittadini venuti da fuori, sia italiani che stranieri (per la maggiore Inglesi, Russi e Scandinavi) che hanno acquistato un immobile a Pizzo, tanti comprando e ristrutturando vecchie abitazioni nel centro storico, altri invece rivolgendosi al nuovo, nella zona alta della cittadina. Tale incremento a dimostrazione che la Calabria, e nello specifico Pizzo, in termini di clima, bellezza e offerte culturali e turistiche, riesce a mettere sul piatto un patrimonio naturalistico, balneare e monumentale di primissimo livello, sebbene tra le regioni d’Italia non sia la più conosciuta e pubblicizzata.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Rocco Greco
Giornalista
Rocco Greco, di Pizzo, maresciallo della Marina Militare in pensione. Scrive in versi, in rima e sciolti, in vernacolo ed in italiano. Appassionato della lingua e delle tradizioni calabresi si manifesta al pubblico prima su periodici locali e poi attraverso i social network, dove riscontra quegli apprezzamenti che lo inducono a presentare nel giugno dello scorso anno la fortunata raccolta di componimenti “SENZA PENZERI”, edita dalla Digital Ricordi, che riscuote un significativo interesse sia di pubblico che di critica.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: