Salvini su Lucano: «Non festeggio e non sorrido, ne prendo atto»

Il ministro dell’Interno torna a parlare dell’arresto del sindaco di Riace: «Cerco di limitare il business degli scafisti e dei mafiosi che usano l'immigrazione clandestina»

di Redazione
giovedì 4 ottobre 2018
11:12
13 condivisioni
Il ministro Salvini
Il ministro Salvini

«Se uno sfrutta l'immigrazione clandestina o aggira le leggi che riguardano l'immigrazione e un procuratore decide di metterlo agli arresti, ne prendo atto, non festeggio, non sorrido. Da ministro cerco di limitare il business degli scafisti e dei mafiosi che usano l'immigrazione clandestina». Il  ministro dell'Interno Matteo Salvini a Radio anch'io torna a parlare dell'arresto del sindaco di Race Mimmo Lucano. Nella giornata di oggi, a Locri, il primo cittadino di Riace - arrestato e posto ai domiciliari nell'ambito dell'operazione Xenia, per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina e fraudolento affidamento diretto del servizio di raccolta rifiuti – ha sostenuto l’interrogatorio di garanzia davanti al gip di Locri, Domenico Di Croce.

 

LEGGI ANCHE: Lucano agnello sacrificale di destra e di sinistra, mentre l’inchiesta si rivela piena di falle

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: