Cucina e mangia fungo velenoso, donna salvata da trapianto di fegato

Aveva preparato l'Amanita Phalloides raccolta dal marito pensando fosse commestibile ma si è sentita male al punto da essere trasferita d’urgenza all’ospedale Molinette di Torino

di Redazione
28 novembre 2019
19:14
96 condivisioni

Aveva mangiato, insieme al marito, dei funghi da lui raccolti: ma non si trattava di funghi commestibili, bensì di Amanita phalloides, un fungo velenoso spesso mortale. Una donna di 57 anni della provincia di Torino si è salvata grazie ad un trapianto di fegato eseguito all'ospedale Molinette di Torino «in super urgenza nazionale».

Salva grazie ad un fegato compatibile

Dopo aver mangiato i funghi giovedì, nella notte di venerdì la coppia ha cominciato a stare male ed è stata trasportata al Pronto soccorso dell'ospedale di Chivasso. La donna, 57 anni, continuava a peggiorare sensibilmente, tanto da essere stata trasferita prima in Rianimazione e poi, nella giornata di domenica, nella Terapia intensiva epatologica, diretta dal dottor Antonio Ottobrelli, dell'ospedale Molinette con una necrosi epatica acuta. Lunedì, dopo tutti gli accertamenti e gli approfondimenti, è stata trasferita nella Rianimazione 2 ospedaliera, diretta dal dottor Roberto Balagna, ed è stata inserita in lista d'attesa trapianto in «super urgenza nazionale» per insufficienza epatica acuta.

 

«Da quel momento - spiegano i sanitari - avrebbe avuto massimo 48 ore di vita se non fosse arrivato un fegato compatibile da trapiantare». Nel frattempo il marito è ancora ricoverato a Chivasso con «un lieve danno epatico e un danno renale acuto». 

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio