Assolta l'infermiera accusata di aver ucciso una paziente

La donna era stata in primo grado condannata all'ergastolo. Daniela Poggiali accusata di aver iniettato potassio ad una 78enne poi deceduta

di Redazione
giovedì 23 maggio 2019
20:16
41 condivisioni
Daniela Poggiali
Daniela Poggiali

La Corte di assise di appello di Bologna ha assolto Daniela Poggiali, accusata di aver ucciso con un'iniezione di potassio la paziente Rosa Calderoni, 78 anni, morta l'8 aprile 2014. È l'esito dell'appello bis per l'ex infermiera dell'ospedale di Lugo (Ravenna), per cui la Procura generale aveva chiesto la conferma dell'ergastolo pronunciato in primo grado nella città romagnola. I giudici hanno invece riformato la sentenza, assolvendo Poggiali con varie formule dalle accuse di omicidio e di peculato del potassio. La Corte ha anche disposto la trasmissione degli atti alla Procura per valutare la posizione di alcuni testimoni, in relazione ai reati di false dichiarazioni e calunnia.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream