Valanga in Pakistan, travolti anche quattro alpinisti italiani: «Sono vivi»

I soccorsi, tuttavia, partiranno domani a causa delle pessime condizioni meteo. Destino diverso per una delle guide locali che ha perso la vita nella valle di Shimshal

di Redazione
17 giugno 2019
18:59
14 condivisioni

Quattro alpinisti italiani e tre pachistani sono stati travolti da una valanga durante una spedizione in Pakistan. L’incidente è avvenuto nelle prime ore del mattino, a quota 5.300 metri nella valle di Ishkoman, nel distretto di Ghizer. La squadra era composta da quattro italiani di origine veneta, Tarciso Bellò (capo spedizione), Luca Morellato, David Bergamin e Tino Toldo, e da tre guide locali: Nadeem, Shakeel e Imtiaz.

Secondo quanto riferito dalle fonti dei soccorritori, l’unica vittima sarebbe uno dei tre alpinisti pachistani, Imtiaz, deceduto nella valle di Shimshal. Alcuni tra i sei sopravvissuti sarebbero rimasti feriti, tra cui Tarciso Bellò, che avrebbe riportato fratture multiple. L’esercito pachistano sta preparando una missione di soccorso tramite elicottero, che però non potrà partire prima di domani a causa di condizioni meteo sfavorevoli e della lontananza della base dal luogo dell’incidente.

L’obiettivo della spedizione era di raggiungere la cima di una montagna di 5.800 metri, nell'area Hindu Kush, che doveva essere ribattezza Lions Melvin Jones Peak, in onore del fondatore del Lions Club, deceduto durante un'impresa nel marzo del 2018 sul Concarena.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio