Università Magna Grecia, protestano i precari

La vertenza va avanti da ormai cinque mesi ma i vertici universitari non sembrano aver aperto spiragli ad una possibile stabilizzazione del personale

di Luana  Costa
21 settembre 2017
10:09
Condividi
Magna Grecia, protesta
Magna Grecia, protesta

Nel rapporto stilato dal Ministero dell'Economia che calcola il rapporto tra personale docente e personale tecnico amministrativo all'interno degli atenei statali, l'università Magna Grecia di Catanzaro è quella messa peggio. Con un rapporto di 0,48 (253 docenti contro 112 amministrativi) l'Umg resta infatti relegata in fondo alla classifica e neppure la possibilità aperta dalle legge Madia, la quale consente di stabilizzare i lavoratori che nel corso degli ultimi otto anni abbiano svolto mansioni con un contratto a tempo determinato, pare aver alimentato la volontà di invertire questa tendenza.

 

Circa 60 precari che prestano la loro opera all'interno degli uffici amministrativi dell'ateneo hanno quindi deciso questa mattina di scendere in piazza e protestare proprio nel giorno in cui a Catanzaro si vota per eleggere il nuovo rettore. La vertenza va infatti avanti da ormai cinque mesi ma i vertici universitari non sembrano aver aperto spiragli ad una possibile stabilizzazione del personale.

 

Secondo quanto riferito dai rappresentanti delle sigle sindacali (Cgil, Cisl, Usb, Ugl, Fgu Csa e Snals), l'amministrazione è infatti intenzionata ad attendere precise indicazioni da parte del Ministero dell'Istruzione e della Ricerca ma intanto in ateneo monta la protesta. Il prossimo 3 gennaio giungeranno a termine i contratti dei 60 lavoratori mentre il cambio al vertice non consentirà al nuovo rettore Giovambattista De Sarro di entrare nel pieno delle sue funzioni prima di novembre. Cresce quindi l'ansia dei lavoratori da un lato ma anche il rischio di una possibile paralisi degli uffici amministrativi universitari dal momento che su 120 impiegati, 60 sono precari con contratti in scadenza.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio