Il progetto 500 scuole sicure fermo al palo, portati a termine solo 29 interventi

VIDEO | La maggior parte dei lavori sono ancora nella fase di aggiudicazione della gara o di definizione dei piani di intervento

di Luana  Costa
venerdì 24 agosto 2018
14:59
2 condivisioni

Ci vorrà ancora del tempo prima di riuscire a mettere in completa sicurezza tutti gli edifici scolastici calabresi dal rischio sismico, almeno un altro anno. Il progetto 500 scuole sicure varato dalla giunta regionale lo scorso anno risulta ancora ben lontano dall'aver raggiunto l'obiettivo prefissato con l'adeguamento di oltre cinquecento scuole. Secondo i dati forniti dall'assessore ai Lavori Pubblici, Roberto Musmanno, sono solo 29 gli interventi già portati a termine tra quelli che hanno beneficiato delle risorse messe a disposizione dalla Regione Calabria. La restante parte brancola ancora nei lunghissimi iter progettuali o risultano appena nella preliminare fase di aggiudicazione dei lavori. Sono 51 gli interventi fermi a questo livello, 62 quelli in cui è ancora in via di definizione la progettazione esecutiva e 82 giunti nella fase esecutiva.

 

Responsabili in prima persona le amministrazioni locali, proprietari delle mura scolastiche e principali attori nella redazione dei progetti di adeguamento sismico. «Il fatto che i progetti nelle graduatorie dei bandi siano progetti definitivi ci consente di guadagnare tempo per l'attuazione perchè una volta approvati i progetti si tratterà semplicemente di trasformare da progetti  definitivi a esecutivi e iniziare i lavori. Crediamo che nell'arco di un anno la nostra regione possa allinearsi al resto d'Italia».

Luana Costa

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: