Catanzaro, il 7 settembre sciopero del trasporto pubblico locale

Gli autisti incrocieranno le braccia per quattro ore su indicazione del sindacato di base. Lo stato di agitazione era stato proclamato lo scorso luglio

di Luana  Costa
mercoledì 22 agosto 2018
14:13
33 condivisioni

Si andrà avanti a testa bassa nella battaglia che il sindacato di base Usb ha ingaggiato contro il management aziendale di Amc, municipalizzata del Comune di Catanzaro che gestisce il servizio di trasporto pubblico cittadino. Dopo la proclamazione dello stato di agitazione l'organizzazione sindacale ha indetto per il 7 settembre la prima giornata di sciopero dell'intera categoria che provocherà non pochi disagi per i passeggeri.

 

«Dopo lo stato di agitazione del 19 luglio scorso - scrive il sindacato - ed aver attivato le procedure di raffreddamento del conflitto sindacale come previsto dalle leggi che ci hanno imposto e mai rispettati  dalle stesse  istituzioni, si parte con quattro ore di sciopero dalle ore 8.00 del 7 settembre 2018 a seguire coinvolgendo la quasi totalità del sistema di trasporto del capoluogo, potrebbe causare agli utenti rilevanti difficoltà, aggravate dal fatto che le astensioni si collocano nel giorno di venerdì, notoriamente caratterizzato da una considerevole presenza di viaggiatori e pendolari, prima del fine settimana».  

 

«Alla base dello sciopero, rileviamo come Unione Sindacati di Base, l’immobilismo della giunta comunale sempre più libera da responsabilità politiche sui trasporti - e l’assenza dei manager nominati, che sta pesando come un macigno sulla testa della categoria, l’unica che andrebbe garantita perché porta avanti la baracca. Il sindaco – non può continuare per molto a far finta di niente, voltando le spalle ai lavoratori. L’unica strada sicura per salvare il trasporto pubblico locale è aprire un tavolo cittadino e regionale sulla mobilità».

 

l.c.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Luana  Costa
Giornalista
Laureata con il massimo dei voti in Scienze della Comunicazione e della Conoscenza all’Università degli studi della Calabria di Cosenza, già a partire dall’anno successivo dal conseguimento dalla laurea intraprende l’attività giornalistica. Risalgono alla primavera del 2012 i primi articoli pubblicati sulle colonne della pagina catanzarese della Gazzetta del Sud, testata sotto la cui ala inizia a prendere confidenza con la professione. Con il trascorrere degli anni passa dai resoconti delle conferenze stampa e dei convegni alla realizzazione di inchieste su temi specifici quali sanità, rifiuti, politica, società municipalizzate e vertenze sindacali. La collaborazione è tuttora attiva.   Nel luglio del 2015 ottiene l’abilitazione allo svolgimento della professione certificata dall'iscrizione al relativo albo regionale dei giornalisti pubblicisti. A partire da gennaio del 2016 e fino al febbraio del 2017 è stata corrispondente da Catanzaro del quotidiano online Zoom24 con sede a Vibo Valentia. Oltre ad allagare le competenze anche alla sfera della cronaca, l’esperienza è risultata utile ai fini dell’apprendimento del sistema editoriale (Wordpress) e del confezionamento di notizie indirizzate ad una realtà più immediata e dinamica qual è il web.   Nel giugno del 2016 stringe una nuova collaborazione con la casa editrice Golfarelli con sede a Bologna, che cura la pubblicazione di periodici e riviste di settore. L’attività che tuttora svolge consiste nella redazione di testi e nella preparazione di interviste capaci di far emergere realtà imprenditoriali di successo nel panorama nazionale.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: