Rifiuti, senza stipendio da mesi: dipendenti Daneco sollecitano Regione

I lavoratori dell’impianto di S. Pietro Lametino non ricevono mensilità da ottobre. Chiedono un confronto con le istituzioni per la soluzione del problema

di Redazione
3 dicembre 2019
14:55
167 condivisioni

Sono fortemente preoccupati e si appellano alle istituzioni i lavoratori dell’impianto di trattamento rifiuti di S. Pietro Lametino gestito dalla Daneco, che non ricevono il pagamento degli stipendi dal mese di ottobre. Di fronte ai ritardi dei pagamenti da parte della Regione, il 19 novembre scorso il liquidatore della società ha scritto alla Regione Calabria lamentando «gli eccessivi ritardi nei pagamenti dei corrispettivi che compromettono la gestione virtuosa dell’impianto e dell’azienda stessa. Alla data odierna non è possibile ottenere la liquidazione e il pagamento del SAL del 2019 eppure la società deve continuare a fornire il servizio».

 

Nella nota, il liquidatore parla di una situazione «non più accettabile», con il mancato pagamento degli stipendi di ottobre dei lavoratori e la compromissione generale dell’attività e della qualità del servizio prospettando, nel caso in cui non si fosse ricevuta alcuna somma entro sette giorni, la possibilità di interrompere ogni attività con immediata riconsegna dell’impianto.

 

Di fronte alla mancata risposta dalla Regione, il 28 novembre scorso il liquidatore ha nuovamente scritto alla Regione comunicando che «la Daneco non può più continuare a lavorare senza incassare il corrispettivo dovuto dovendo rispondere dell’incremento dei debiti all’intero ceto creditorio». Inoltre è stato chiesto alla Regione di comunicare il nome del funzionario che il 5 dicembre prossimo sarà delegato a prendere in consegna l’impianto e che «contestualmente alla consegna dell’impianto, sarò costretto a licenziare i dipendenti sinora in forza».

 

I lavoratori dell’impianto di S. Pietro Lametino si appellano quindi alla Regione e alle istituzioni perché si apra al più presto un confronto, vengano garantiti i loro diritti e siano messi nelle condizioni di operare in maniera adeguata a servizio della città e della regione come fatto fino ad oggi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio