Il Capodanno a Cosenza tra riti scaramantici e tradizioni

VIDEO | In molti non sanno le origini di alcuni rituali adottati in occasione della notte di San Silvestro ma li seguono nella speranza che il nuovo anno sia migliore del precedente

di Stefania Belvedere
sabato 29 dicembre 2018
16:53
13 condivisioni
Capodanno
Capodanno

Per propiziarsi un 2019 felice, ecco da Cosenza le usanze, tramandate dalla tradizione, obbligatorie per chi crede che la buona sorte vada aiutata con qualche gesto o rituale scaramantico. Durante le feste – e Capodanno non è certamente da meno – capita frequentemente di seguire ciecamente tradizioni particolari senza capire a volte a fondo le reali motivazioni di tali gesti, ma indossare per la mezzanotte qualcosa di rosso, o mangiare un piatto stracolmo di lenticchie accompagnato o meno dal consueto zampone è un rito obbligato che, a scanso di equivoci, in tanti adottano l’ultimo giorno dell’anno.

 

Se ci si domanda perché nell’immaginario comune le lenticchie dovrebbero portare ricchezza la risposta arriva dalla loro forma e quantità. Le lenticchie, difatti, ricordano molto un piccolo tesoro di monetine d’oro. E poi, indossare mutande rosse, la notte di San Silvestro sembrerebbe portare fortuna, perché il colore rosso simboleggia passione, forza ed energia, quindi caratteristiche che si spera di trovare nel nuovo anno.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: