La scure del licenziamento sui precari dell'ospedale di Cosenza: proteste

VIDEO | Ottanta operatori socio sanitari hanno ricevuto la lettera di preavviso da parte della Coopservice. Occorre formalizzare la proroga dei servizi esternalizzati al gruppo emiliano

di Salvatore Bruno
9 settembre 2019
15:26
155 condivisioni

Dall’entusiasmo per le promesse dell'ormai ex ministro Giulia Grillo, di procedere alla loro assunzione, nell'ottica di una complessiva internalizzazione dei servizi ospedalieri, al rischio di perdere il posto di lavoro, il passo è stato estremamente breve. Così, per gli operatori socio sanitari occupati da circa 25 anni tra le corsie e i reparti dei presidi dell'Azienda Ospedaliera di Cosenza, alle dipendenze di diverse società private, si è improvvisamente materializzata una lettera di licenziamento loro indirizzata dalla Coopservice, attuale titolare dell'appalto per i servizi resi dagli Oss, appalto in scadenza la cui proroga non è stata ancora formalizzata. Su iniziativa di Cgil, Cisl, Uil e Ugl, i dipendenti del gruppo emiliano si sono riuniti in assemblea permanente. Hanno già avuto occasione di interloquire con il presidente della Regione Mario Oliverio e sperano di avere risposte rapide anche dal Commissario Saverio Cotticelli, e da Giuseppina Panizzoli, nuovo manager dell'Azienda Ospedaliera di Cosenza. Il punto nell'intervista al sindacalista Pino Molinari, della Uil Fpl.

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista

Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche.

...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio