Il peperoncino calabrese impara il cinese: accordo per festival mondiale

Il sindaco di Diamante Ernesto Magorno saluta con soddisfazione la sigla del protocollo d’intesa con la città di Chongquin che conta 33 milioni di abitanti

di Redazione
17 ottobre 2019
18:43
108 condivisioni

«Il peperoncino volano del nostro turismo, un’eccellenza che ci consente di aprire le porte del nostro territorio ad un mercato, quello cinese, di milioni di potenziali visitatori». Così il sindaco di Diamante, il senatore Ernesto Magorno, ha salutato lo storico incontro, a cui ha partecipato questa mattina all’hotel Excelsior di Roma, nel corso del quale Enzo Monaco, nella veste di Presidente per l’Europa della World Chilli Alliance, ha sottoscritto con la municipalità cinese di Nan’An un protocollo d’intesa per la realizzazione di un Chilli Museum e di un Festival mondiale del peperoncino a Chongquin che con 33 milioni di abitanti è la città più popolosa del mondo. All’incontro erano presenti diversi rappresentati delle istituzioni e di aziende italiane e cinesi: «Non posso che essere entusiasta - ha aggiunto il sindaco - di aver rappresentato, quest’oggi, la Città di Diamante, sede dell’Accademia Italiana del Peperoncino, che grazie alle geniali intuizioni di Enzo Monaco, si propone come capofila per tutta la Calabria, di una sfida affascinante e irripetibile: quella di rendere appetibile il nostro turismo e le nostre eccellenze nei confronti della Cina, colosso dell’economia globalizzata».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio