Nocera Terinese Marina, al via i lavori per la realizzazione del campo da calcio parrocchiale

I lavori rappresentano il primo step e sono curati e realizzati dall’Asd Don Bosco Nocera, la squadra di calcio parrocchiale. Il progetto realizzato dall’architetto Pasquale Sposato è stato sostenuto dal contributo di tante persone e famiglie della comunità della popolosa frazione di Nocera Terinese. Il campo sarà intitolato al compianto Gaetano Costantino

di Pa. Mo.
giovedì 11 luglio 2019
20:46
95 condivisioni
Lavori per il campo da calcio
Lavori per il campo da calcio

Al via i lavori del nuovo campetto di calcio della Parrocchia Maria Regina della famiglia di Marina di Nocera Terinese. I lavori rappresentano il primo step e sono curati e realizzati dall’ASD Don Bosco Nocera, la squadra di calcio parrocchiale. Il progetto realizzato dall’architetto Pasquale Sposato, è stato sostenuto dal contributo di tante persone e famiglie della comunità parrocchiale della popolosa frazione di Nocera Terinese. Al termine dei lavori il campo sarà intitolato al compianto Gaetano Costantino, appassionato sportivo nocerese e sempre impegnato in iniziative calcistiche giovanili. 

La realizzazione dell’opera rappresenta un evento importante nel percorso della realizzazione di quelle strutture che sono strumento di aggregazione giovanile. E, d’altronde l’ASD Don Bosco rappresenta un punto di riferimento importante nell’azione di avvicinamento dei giovani allo sport, sulla pagina facebook dell’associazione sportiva si legge che la Don Bosco ASD Nocera, da luglio inizierà la collaborazione con l'Asd Lamezia Academy, società satellite dell'Inter, il suo fondatore, Felice Natalino, nato e cresciuto in oratorio a Sambiase, ex giocatore di serie A ed ora osservatore interista attraverso un "progetto Oratoriale" manderà i suoi tecnici, mensilmente a Nocera, durante gli allenamenti, che seguiranno e faranno lezioni ai ragazzi. I più meritevoli potranno fare stage e tornei, organizzati dalla stessa società. Presto queste iniziative avranno il suo compimento nella realizzazione e completamento del campo Gaetano Costantino.

P.M.

 

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Pa. Mo.
Giornalista
A questa noiosa e ipocrita lagna del clero, sulla famiglia, rispondo con una citazione di Ronald David Laing, un noto psichiatra inglese:”La famiglia si può immaginare come una ragnatela, un fiore, una tomba, una prigione, un castello.” Da dirigente comunista e diessino, sono stato un fedele soldato del Politìchesckij Bjurò ora da democratico, nell’era del “pensiero leggero”, sono un anarchico, controcorrente e provocatore. Mi stanno sulle balle,  i pomposi intellettuali post-comunisti, peggio se, con la puzza sotto il naso. Sono freddo e passionale, rosso e nero. Non mi fido delle tonache; nere, rosse, giudiziarie o clericali. Bigotti, puritani e moralisti li darei volentieri in pasto al “gorilla” di De Andrè, ai razzisti  farei fare un’esperienza in quei campi con la scritta: “il lavoro rende liberi”. Presuntuoso? Può darsi! Rompicoglioni! Certo! Se parlo, conosco, se non conosco, sto zitto! Per dirla come  Theodor W. Adorno:  “La libertà non sta nello scegliere tra bianco e nero, ma nel sottrarsi a questa scelta prescritta. Amo questa frase di Vittorio Foa: “il sogno può accompaganre la vita ma non deve determinarla. Quando scegli non devi sognare, tu sei responsabile”. Caratterialmente mi si addice questa citazione frase di  Winston Leonard Spencer Churchill: “Combatteremo sulle spiagge, combatteremo sui luoghi di sbarco, nei campii nelle strade e nelle montagne. Non ci arrende­remo mai…”
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream