No Metro, cresce il fronte della protesta. Petizione per promuovere la consultazione popolare

VIDEO-INTERVISTE | Traffico congestionato nelle ore di punta. Abbiamo raccolto la voce degli automobilisti

di Salvatore Bruno
venerdì 21 settembre 2018
22:42
22 condivisioni

Questa volta la mobilitazione c’è stata. Almeno in trecento hanno preso parte alla manifestazione di protesta contro l’avvio dei lavori di costruzione della metrotramvia e del parco del benessere. Il refrain è sempre lo stesso: opera inutile e dannosa. E adesso che anche i disagi si presentano in maniera tangibile, per la chiusura di una delle due carreggiate di Viale Mancini, il fronte del no si allarga dal comitato spontaneo, variegatamente composto da forze politiche di sinistra, esponenti di comitati sociali e Movimento Cinquestelle, a commercianti, professionisti e semplici cittadini.

Raccolte di firme in calce a una petizione

Il corteo dei manifestanti è partito da Piazza Mancini per snodarsi nelle strade del centro e ingrossando le proprie fila lungo il percorso. Contestualmente è stata avviata una raccolta di firme, una petizione per arrivare ad una consultazione popolare i cui contenuti sono ribaditi da Mario Bozzo, tra i portavoce del comitato No Metro.

Duplice interrogazione del Movimento Cinquestelle

Nel frattempo proseguono i tentativi di bloccare in ogni modo i lavori, a dispetto del cantiere ormai attivato, tanto che nei giorni scorsi davanti al Prefetto, il presidente della Regione Mario Oliverio ha sottoscritto insieme all’impresa appaltatrice, la Cmc di Ravenna, il protocollo di legalità per tenere la criminalità organizzata fuori dalla filiera di lavori e forniture. Alla Camera i deputati Orrico, Melicchio e Mesiti hanno presentato una interrogazione ai ministri delle infrastrutture Toninelli, degli affari regionali Stefani e del sud Lezzi, sulla sostenibilità economica dell’opera. Al Senato Nicola Morra ha sollecitato il ministro per l’ambiente Costa per l’impatto sulla zona dell’orto botanico della zona universitaria, con il rischio di danneggiare il sito dichiarato di interesse comunitario.

Cosa pensano gli automobilisti

Prima dell’inizio della manifestazione abbiamo raccolto gli umori degli automobilisti incolonnati lungo Viale Parco e su Via Popilia, altra arteria congestionata soprattutto nelle ore di punta.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: