Niente proroga, 80 precari della sanità cosentina rischiano il licenziamento

Preannunciato un sit-in di protesta degli operatori socio sanitari davanti la sede dell'Azienda ospedaliera. Dopo 25 anni di precariato rischiano di tornare a casa

di Salvatore Bruno
16 settembre 2019
07:20
20 condivisioni

Dopo 25 anni di precariato, tra Pedus, Dussman ed oggi alle dipendenze della Coopservice, ottanta Operatori socio sanitari in servizio all’Azienda Ospedaliera di Cosenza rischiano di perdere il posto di lavoro. Per la giornata di oggi, 16 settembre, hanno annunciato un sit-in sotto i locali della direzione generale di Via San Martino, dove chiederanno di essere ricevuti dal nuovo manager Giuseppina Panizzoli, da poco insediatasi alla guida dell’ente. La convenzione tra l’Azienda e la cooperativa emiliana è scaduta a luglio ma il commissario Saverio Cotticelli aveva concesso una proroga di due mesi per evitare il caos in corsia durante i mesi estivi. Adesso però il problema si ripresenta. Intanto ieri è comparso uno striscione di solidarietà lungo una delle passerelle di attraversamento del Crati, nel centro storico. Al sit-in prenderanno parte anche esponenti della politica locale.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio