Stabilizzazione lsu-lpu, Siclari: «Riproporrò l’emendamento»

Il senatore forzista sulla vertenza che coinvolge 4.500 persone: «Non si può continuare a vivere e morire di precariato»

giovedì 6 dicembre 2018
13:51
9 condivisioni
Il senatore Siclari
Il senatore Siclari

«Togliere qualsiasi speranza a più di 4500 lavoratori precari in Calabria è l'ennesima beffa che questo Governo mette in tavola per il Sud. Non è accettabile che i 50 milioni attesi per stabilizzare i tanti precari Calabresi non siano rientrati nella manovra. Ripresenterò l'emendamento a favore degli Lsu-Lpu perché chi guida il paese deve avere la responsabilità di aiutare i lavoratori e le loro famiglie che da anni vivono nel precariato in attesa di stabilizzazione». Lo afferma il senatore Marco Siclari (Fi) in merito alla vertenza dei lavoratori Lsu-Lpu calabresi che in queste ore hanno appresto la notizia della bocciatura dell'emendamento, che tutelava la loro posizione, presentato alla Camera e che adesso passerà al Senato dove il senatore lo riproporrà nella speranza che il Governo lo accolga.

 «Mi batterò - dice - con gli strumenti a mia disposizione per non far spegnere i riflettori su quella che in Calabria ha assunto da tempo le proporzioni di una vera e propria emergenza sociale: l'occupazione. Non si può continuare a vivere e morire di precariato, il Governo ha il dovere di dare delle certezze a questi lavoratori e Forza Italia intende continuare a ricordare che il futuro della Calabria e di tutto il meridione deve essere una priorità perché' se il Sud non decolla l'intero paese è a rischio».

 

LEGGI ANCHE: Lsu-Lpu, i Comuni calabresi pronti a manifestare a Roma con i lavoratori

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: