La liquirizia, l'oro nero di Calabria conquista le testate nazionali

La promozione del made in Italy attraverso realtà imprenditoriali, come quella Amarelli, che hanno fatto la storia della regione e che disegnano un nuovo futuro

di G. D.A.
15 novembre 2019
09:42
10206 condivisioni
Liquirizia
Liquirizia

Promuovere il territorio e il made in Italy attraverso una storia imprenditoriale di successo. È quanto raccontato dall’impresa Amarelli -storica produttrice di liquirizia e simbolo di un intero comprensorio, quello di Corigliano Rossano – dalle colonne di prestigiose testate nazionale tra cui Il Foglio, Il Mattino e Touring. Un vero e proprio viaggio per scoprire i segreti del prodotto, orgoglio dell’azienda e rappresentante della Calabria positiva nel mondo. Antichi documenti attestano la produzione di liquirizia fin dal 1500. La vendita di radici era molto apprezzata soprattutto da soldati e pellegrini per le sue doti tonificanti. Il percorso della famiglia Amarelli nel servizio de Il Foglio, viene infatti accostato ai più importanti musei d’impresa d’Italia, dalla Ferrari a Kartell, dalla Ducati a Lavazza.

Il museo della liquirizia

«Basta andare più a sud, fino a Rossano, in Calabria – si legge - dove c’è la famiglia Amarelli, il nome della liquirizia, che è una delle aziende storiche più antiche d’Italia, quattrocento anni e undici generazioni di attività e di cura del territorio. Oggi il Museo della liquirizia Giorgio Amarelli, con le sue 40mila presenze l’anno, è secondo soltanto a quello della Ferrari. Ed è una storia insieme della Calabria e dell’azienda: documenti, libri, fotografie d’epoca, attrezzi agricoli nel grande spazio affascinante del Concio settecentesco. Ci sono – si specifica ancora - la tecnica ed i profumi antichi-moderni con cui ancora oggi alla Amarelli si lavora. Un esempio di memoria e capacità innovativa che in una regione piena di difficoltà nel suo tessuto economico è un vanto, un orgoglio».

L’esperienza imprenditoriale

Anche il numero di novembre della rivista di settore Touring dedica ad Amarelli, uno spazio degno di nota. Per il mensile, che quest’anno festeggia i suoi 125 anni, Amarelli è l’immagine e l’esperienza imprenditoriale scelta per l’intervista al presidente di Museimpresa Antonio Calabrò. 

Fare impresa in Calabria

Le difficoltà del fare impresa in Calabria, la debolezza del tessuto economico-sociale locale sono stati al centro di “Cenerentola Calabria”, il titolo dell’articolo pubblicato nei giorni scorsi da Il Mattino. «La recessione non risparmia nessuno – si evidenzia nell’intervista a Pina Amarelli – e chi è più piccolo, più lontano dai mercati e con una fragilità importante ne risente maggiormente. Ma pensare che un sistema di autonomia rafforzata possa risolvere i problemi della Calabria e del Mezzogiorno mi sembra azzardato. Io temo anzi che possa diventare un altro, terribile colpo all’economia meridionale».

 

LEGGI ANCHE: La liquirizia di Rossano entra nei libri di geografia e sbarca su Rai Italia

G. D.A.
Giornalista

Ha conseguito la maturità classica presso il liceo classico “Michele Morelli” di Vibo Valentia. Nel 2013 ha acquisito la laurea in Scienze giuridiche, Facolt&ag...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio