Fondi europei, Italia prima beneficiaria ma la Calabria è in coda

In Italia si vincono molti più progetti al Nord che al Sud. In fondo alla classifica la punta dello Stivale che con lo 0,87% è seguita solo dal Molise

di Redazione
5 agosto 2019
14:31
2 condivisioni

L’Italia si posiziona al primo posto per numero di enti e imprese che beneficiano di finanziamenti europei a gestione diretta, davanti a Germania e Spagna. Nel 2018 le imprese italiane beneficiarie di un finanziamento europeo a seguito di un progetto sono state infatti 3.947 rispetto alle 3.893 tedesche e 3.864 spagnole. Seguono i francesi con 3.550 e gli inglesi con 3.007. A livello regionale, si vincono molti più progetti al Nord che a Sud. Da sola, la Lombardia rappresenta il 28,33% del totale italiano. La macroregione “Sud e Isole” invece, conta appena il 13,18% del totale dei beneficiari italiani. Fanalino di coda, la Calabria, che con lo 0,87 % è seguita solo dal Molise, (0,37%).

Fondi a gestione diretta

Tali dati si riferiscono ai fondi a gestione diretta, ovvero erogati direttamente dalla Commissione Europea senza la mediazione di Regioni o Stati. Di conseguenza, se le Regioni hanno difficoltà nell’utilizzo dei fondi che l’Unione europea mette loro a disposizione (fondi indiretti), il sistema italiano fatto di imprese, università e associazioni ha raggiunto invece un livello di eccellenza negli appalti e nei progetti europei (fondi diretti). L’analisi dei dati rivela che per “vincere” così tanti progetti fatichiamo più degli altri. Nel programma Horizon 2020, ad esempio, per ogni 100 progetti italiani presentati, ne sono stati finanziati meno di 7 e molti non erano neppure eligibili. In pratica sono stati scartati prima ancora di essere valutati. Ciò denota come forse troppi enti, imprese e associazioni italiane si lanciano nell’europrogettazione un po’ impreparate o vengono illuse sulle possibilità di ottenere facilmente un finanziamento europeo. 

Atenei e comuni sugli scudi

Per quanto riguarda invece le università, il Politecnico di Milano nel 2018 ha vinto 70 progetti, l’Università di Bologna ne ha vinti 62 e quella di Roma “La Sapienza” 51. La prima università del Sud è di Napoli, al 14° posto con 24 progetti all’attivo. Vanno meglio, invece, i dati riguardanti il fronte dei Comuni italiani. La loro partecipazione nei progetti europei è più che raddoppiata nel giro di tre anni. Nel 2018 sono stati infatti 197 i Comuni beneficiari di un finanziamento europeo: 32 in Piemonte, 25 in Lombardia e 18 in Veneto. I nostri Comuni sono perfino riusciti a entrare in 22 progetti finanziati da Horizon 2020.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream