Cosenza, lo stop dei lavori sul corso manda in crisi i commercianti

VIDEO In grave difficoltà i negozi che gravitano nell'area: «Incassi calati di oltre il cinquanta per cento». Il cantiere sospeso a causa di una interdittiva antimafia della prefettura a carico dell'impresa appaltatrice

di Salvatore Bruno
2 ottobre 2019
13:37
28 condivisioni

La statua dell'amata Fontana di Giugno, seminascosta sotto i teli di protezione, è l'emblema del cantiere aperto nello scorso mese di marzo per la pedonalizzazione dell'ultimo tratto di Corso Mazzini, a Cosenza, di cui però non si intravede la conclusione. L'opera doveva essere consegnata entro Ferragosto. Invece con ogni probabilità, il taglio del nastro non giungerà neppure per Natale. Nei giorni scorsi infatti, la prefettura ha notificato una interdittiva antimafia a carico dell'impresa appaltatrice. Tradotto in soldoni, l'amministrazione comunale ha dovuto sospendere le attività ed avviare le procedure di legge per l'eventuale rescissione del contratto e per l'affidamento dei lavori a un'altra ditta. Occorrono quindi perizie, valutazioni, forse un nuovo bando di gara, insomma ci vuole tempo, tanto tempo, mentre i titolari delle attività che gravitano nell'area non possono più aspettare. Vertiginoso il calo degli incassi, e qualche esercente ha anche deciso di gettare la spugna, chiudendo il negozio. Abbiamo raccolto alcune interviste

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista

Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche.

...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio