Cisal: a Salerno rimarcata la “linea” su Jobs Act e voucher

A Salerno consiglio nazionale del quarto sindacato d’Italia sui temi più rilevanti dello scenario economico e sociale del Paese. Cavallaro: «I voucher un nuovo modo per creare lavoro nero»

di Alessio Bompasso
28 gennaio 2017
13:58
Condividi
Francesco Cavallaro, segretario generale Cisal
Francesco Cavallaro, segretario generale Cisal

Francesco Cavallaro, Segretario Nazionale Cisal, e i segretari confederali insieme per condividere la posizione della Confederazione sui temi più rilevanti dello scenario economico e sociale del Paese. Le riforme della Previdenza, della pubblica Amministrazione e della Giustizia, Trasporti e Pubblico Impiego, Rappresentanza/Rappresentatività e Modello contrattuale, il Jobs Act. Tema, soprattutto quest’ultimo, di grande attualità e su cui la posizione del quarto sindacato d’Italia per numeri di iscritti, è chiara: «Chiederemo a questo governo di porre delle modifiche in essere per quanto riguarda il Jobs Act – ha sottolineato, aprendo i lavori, il segretario generale Francesco Cavallaro - il quale non pochi danni ha fatto, incominciando da un incremento di licenziamenti del 28% e a seguire tutte le questioni che ne deriveranno».


E poi la questione voucher: «La Cisal è contro l'istituto dei voucher – ha continuato Cavallaro - il Governo deve rendersi conto, noi lo abbiamo già fatto da tempo, che questo tipo di pagamento per i lavoratori è diventato un disastro generale. I voucher – ha rimarcato - erano stati pensati esclusivamente per alcuni settori e per pochi giorni, ma è sotto gli occhi di tutti com’è andata a finire. Questo – ha concluso Cavallaro - è un nuovo modo per creare lavoro nero ecco perchè la Cisal voterà sì ai due referendum promossi dalla Cgil su voucher e appalti».

 

Alessio Bompasso

 

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Alessio Bompasso
Giornalista
Alessio Bompasso è nato il 2 agosto del 1983 a Vibo Valentia. Da “grande” sognava di fare il giornalista ed entrare nelle case dei calabresi per raccontare le notizie giornaliere. Il sogno si è trasformato in realtà, approdando a Rete Kalabria (ora LaC) nel 2008. Il suo appeal da “normal person” lo rende tra i più apprezzati anchorman calabresi. Non ama prendersi troppo sul serio, ma quando si parla di sport si trasforma in una “macchina da guerra” (questo è il suo soprannome nell’ambiente). Sorriso smagliante e ritmo tambureggiante, le sue armi principali. Cocciuto e puntiglioso, i suoi difetti. Calcio e pallavolo, i suoi punti di forza ( ha  praticato entrambe le discipline ma non è mai stato un fenomeno, da li la scelta, più azzeccata, di raccontare lo sport attraverso le colonne di un quotidiano o le immagini della Tv). Ama le statistiche e nei suoi articoli non disdegna di inserirle qua e là. Dal 2013 è corrispondente sportivo, dalla provincia di Vibo Valentia, per la “Gazzetta del Sud”. Ha avuto il pregio e l’onore di ricevere parecchi riconoscimenti in giro per la Calabria, ma, il suo premio più importante lo ritira ogni giorno, entrando, in punta di piedi, nelle case dei calabresi. Come sognava di fare da “grande”. Mail: bompasso@lactv.it
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio