Catanzaro, associazioni e politica insieme per il rilancio del centro storico

VIDEO | Primo confronto tra le realtà associative cittadine e il vicesindaco Ivan Cardamone. Gli studenti universitari fondamentali per il ripopolamento

di Rossella  Galati
12 aprile 2019
17:47
6 condivisioni

Nasce dall’esigenza di rilanciare il cuore della città di Catanzaro, da un punto di vista sociale, culturale e commerciale l’iniziativa dei Club Service e delle Associazioni catanzaresi che hanno avviato un percorso comune per fornire idee propositive alla politica, nella consapevolezza che anche i privati debbano essere attori dei processi di crescita della città. Per questo, nella sede del Circolo di Catanzaro 1871 i rappresentanti delle varie realtà associative hanno avuto un primo confronto con Ivan Cardamone, vicesindaco e delegato alla Cultura del Comune di Catanzaro al quale sono state avanzate delle proposte.

Non solo eventi culturali

La città di Eolo, questo il nome dato all’iniziativa, vuole anche offrire alla città una serie di eventi culturali che partiranno con il concerto di Peppe Fonte il prossimo 17 maggio al Teatro Comunale, luogo storico di Catanzaro che, di recente, ha ritrovato la sua giusta dimensione grazie all’impegno di realtà private. Ad accompagnare Fonte durante il concerto sarà una band formata da musicisti catanzaresi: Giuseppe Tassoni al pianoforte, Franco Catricalà al basso, Ismaele Rocca alle percussioni e batteria, Alfredo Paonessa ai fiati. Ma la rivitalizzazione del centro storico per le associazioni non può non tener conto della presenza degli studenti universitari. «Faccio parte del consiglio di amministrazione dell’Università – spiega la presidente del circoloCatanzaro 1871 Paola Gualtieri – e mi hanno confermato la volontà di venire a vivere nel centro. Il problema sono i collegamenti. Pertanto cercheremo di sollecitare chi di competenza per rendere accessibile agli studenti il cuore della città. Naturalmente l’evento culturale può essere un’occasione, un momento di rivitalizzazione ma non risolve il problema per sempre. Bisogna ripopolare».

Le associazioni 

All’incontro hanno preso parte l’Accademia Italiana della Cucina, Amici della Musica,  Associazione Cavalieri di San Silvestro, Associazione Internazionale Cavalieri San Giorgio di Borgogna, Associazione Italiana Donne Medico, Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, Associazione Nazionale Donne Elettrìci, Circolo di Catanzaro 1871, Circolo Placanica, Club UNESCO, FAI, Garden Club “La Zagara”, Istituto Nazionale Urbanistica, Italia Nostra, Lions Club Catanzaro Host, Lions Club Catanzaro Temesa, Lions Club Rupe Ventosa, Rotary Club Catanzaro, Rotary Club Tre Colli e Soroptimist.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio