“Cantine aperte”, anche la Calabria all’appuntamento con il vino di qualità

All'evento parteciperanno 14 produttori calabresi. Il 23 maggio la presentazione alla Cittadella del calendario di appuntamenti che interesserà le cantine regionali coinvolte

di Redazione
21 maggio 2018
11:57
32 condivisioni

Torna in tutta Italia il 26 e 27 maggio Cantine Aperte, evento di promozione dell'enoturismo organizzato dal Movimento Turismo del Vino (Mtv). Per l'edizione 2018 - si legge in una nota- sono state coinvolte, dal Nord al Sud della penisola, circa mille cantine associate per far conoscere a giovani, famiglie, comitive e coppie e a tutti gli ospiti della giornata la cultura del vino di qualità ecosostenibile e favorire la conoscenza delle ricchezze culturali e monumentali delle regioni d'Italia.

Conferenza stampa alla Cittadella

Mercoledì 23 maggio, alle 10.30, a PECCO (Piazza Etica Calabria Contadina) all'interno della Cittadella regionale di Germaneto a Catanzaro, il consigliere regionale delegato all'Agricoltura Mauro D'Acri, insieme al presidente del "Movimento Turismo del Vino Calabria" Pier Luigi Aceti ed al presidente dell'Enoteca regionale Calabria Gennaro Convertini, presenteranno alla stampa il calendario di appuntamenti che interesserà le cantine regionali coinvolte in "Cantine Aperte", che da anni vede il "Movimento Turismo del Vino in Calabria" impegnato nella valorizzazione e nella promozione delle cantine aderenti al sodalizio nazionale ed i territori.

14 produttori calabresi

"Cantine aperte", è scritto in una nota dell'ufficio stampa della Giunta regionale, «è una vera e propria festa del vino aperta ai giovani, le famiglie, le comitive che scelgono di coinvolgersi nei tanti appuntamenti organizzati lungo la dorsale produttiva calabrese per permettere ai winelovers l'incontro con i protagonisti del vino regionale. Baccellieri a Bianco, iGreco a Cariati, Feudo Gagliardi a Caulonia, Baroni Capoano a Cirò Marina, Marrelli Wines a Isola Capo Rizzuto, Statti a Lamezia, Spadafora a Mangone, Mirabelli a Malvito, Le Moire a Motta Santa Lucia, Altomonte a Palizzi, Nesci a Palizzi Marina, Giraldi &Giraldi a Rende, Feudo dei Sanseverino a Saracena, La Pizzuta del Principe a Strongoli apriranno le loro cantine per promuovere sui territori di appartenenza eventi che rilanciano la cultura dell'enoturismo, segmento economico che in Italia è arrivato a produrre un fatturato di oltre 2,5 miliardi di euro come cita il XIV Rapporto sul turismo del vino in Italia».


«La Regione Calabria - afferma D'Acri, in una nota – da sempre vicina ad eventi di questo genere è convinta che attraverso la sinergia con le associazioni, i produttori ed i territori si possa realizzare una grande opera di promozione del vino calabrese e farlo diventare, insieme alla filiera dei prodotti agroalimentari, terra».


«Con il suo impegno costante - afferma Pier Luigi Aceti – il 'Movimento Turismo del Vino' mira ad accrescere il settore enoturistico nazionale che rappresenta una risorsa economica fondamentale per lo sviluppo dei territori ed un efficace strumento per la tutela dell'ambiente. Anche per il 2018, anno che ha visto la nascita di una normativa sull'Enoturismo, nata grazie soprattutto al dialogo delle istituzioni con il Movimento Turismo del Vino, l'evento assume una straordinaria valenza. Sarà un grande momento di promozione, di scoperta, di valorizzazione della identità vitivinicola calabrese».


La conferenza stampa alla Cittadella Regionale di Catanzaro si concluderà con un assaggio di vini delle cantine aderenti al Movimento Turismo del Vino calabrese.

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio