Cannavino, al via i lavori. Ma il viadotto (per ora) rimarrà aperto

Lo stop ai veicoli è previsto dal mese di febbraio 2020. Nel frattempo si procederà a rendere più agevoli i percorsi alternativi

di Salvatore Bruno
lunedì 1 luglio 2019
14:35
22 condivisioni
Il viadotto Cannavino
Il viadotto Cannavino

Inizieranno entro il 15 luglio i lavori di messa in sicurezza del Cannavino programmati da Anas lungo il viadotto ubicato alle porte dell’abitato di Celico, sulla statale 107 di collegamento tra Cosenza, la Sila e Crotone. Gli interventi, già appaltati, non determineranno per il momento l’interdizione al traffico dell’importante arteria stradale. La circostanza è emersa nel corso di una riunione del Comitato Operativo per la Viabilità Provinciale ospitata in Prefettura sotto il coordinamento di Paola Galeone.

Il tragico incidente del 1972

Lungo 400 metri e alto 120, noto alle cronache per la tragedia del 1972, quando crollò e due operai morirono precipitando nel vuoto, il Cannavino è utilizzato quotidianamente da un bacino di circa 20.000 cittadini residenti in vari comuni e, nel periodo estivo, anche dai vacanzieri, ed è stato già oggetto di interventi di consolidamento negli ultimi anni. Sarà chiuso totalmente al transito dal mese di febbraio 2020 per consentire l’effettuazione dei lavori sull’impalcato. Nel frattempo si procederà a rendere più agevoli i percorsi alternativi.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream