Lsu-Lpu assunti dal Comune di Reggio, Sul: «Posto fine al precariato»

La sigla sindacale chiede di istituire «un tavolo per la determinazione delle modalità e dei criteri di assunzione» sottolineando come si è ancora «ben lontani dal colmare l'effettivo fabbisogno di Palazzo San Giorgio». 

di Redazione
mercoledì 26 settembre 2018
17:16
10 condivisioni

«Finalmente ci si avvia verso la fase conclusiva della stabilizzazione dei 104 Lsu/Lpu che da un ventennio operano nel Comune di Reggio, spesso in ruoli di grande utilità e responsabilità. Non possiamo che dirci molto soddisfatti, considerando che porre fine al precariato di questi lavoratori è stato un obiettivo sempre testardamente perseguito dal Sul, a volte anche in solitudine». Ad affermalo, in una nota, la segreteria reggina del sindacato unitario dei lavoratori. Il Comune infatti, ha dato il via alla stabilizzazione dei 104 lavoratori ma, ha dato anche comunicazione di altre 36 assunzioni. 

 

«Siamo ancora lontani dal colmare l’effettivo fabbisogno del Comune, continuna il Sul reggino, che avrebbe necessità di un ulteriore rafforzamento della pianta organica la quale risulta ampiamente deficitaria, anche con queste assunzioni deliberate. Diamo atto alla Giunta municipale, in particolare all’assessore al Personale Armando Neri ed alla struttura facente capo alla dottoressa Stracuzza, del proficuo lavoro effettuato, reso ancor più difficile dai tanti vincoli a cui è sottoposto il Comune reggino a causa delle precedenti gestioni amministrative e commissariali. Chiediamo, tuttavia, continua la sigla sindacale, di non disperdere il buon lavoro fatto e proseguire alacremente aprendo un tavolo sindacale per la determinazione delle modalità e dei criteri di assunzione, nel rispetto delle leggi e tenendo nel debito conto il continuativo e produttivo impegno profuso nell’istituzione locale da parte degli Lsu.



L’auspicio ovvio è che tutto si concluda nel tempo più rapido e portando a soluzione concreta le speranze e il diritto di questi dipendenti. Per quanto ci riguarda diamo la piena disponibilità di tutte le strutture del Sul a collaborare per il raggiungimento dell’obiettivo, ricordando che la piena contrattualizzazione a tempo indeterminato è prevista per 26 ore settimanali e non, dunque, a tempo pieno e che far uscire dal part time questi lavoratori deve essere obiettivo sindacale e dell’Amministrazione».

 

LEGGI ANCHE: Comune di Reggio Calabria, dopo venti anni saranno stabilizzati 104 precari Lsu/Lpu

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: