«Il nostro primo obiettivo è frenare l'emorragia di giovani laureati»

VIDEO | Così il nuovo presidente di Confindustria Cosenza, Fortunato Amarelli. L'imprenditore subentra a Natale Mazzuca

di Salvatore Bruno
13 settembre 2019
16:47
75 condivisioni

L’obiettivo ambizioso di Fortunato Amarelli, neo presidente di Confindustria Cosenza, è quello di frenare l’emorragia di giovani laureati, risorse di prima qualità che vanno ad ingrossare le fila dell’emigrazione, depauperando il patrimonio umano delle imprese locali.

47 anni, amministratore delegato della storica e omonima fabbrica di liquirizia, Amarelli pensa alla Calabria come alla Cernobbio del Sud. Alla cerimonia di passaggio del testimone, raccolto da Natale Mazzuca, attualmente alla guida di Unindustria Calabria, è intervenuto anche il presidente nazionale dell’Associazione, Vincenzo Boccia.

Consegnato uno speciale riconoscimento alle aziende che hanno maturato 25 e 50 anni di adesione a Confindustria. Tra le autorità presenti anche il prefetto Paola Galeone ed il presidente della Regione Mario Oliverio. Il mandato di Amarelli sarà scandito dalla nuova fase politica aperta a livello nazionale. Al Governo si chiede attenzione per il Mezzogiorno ed uno snellimento della burocrazia per mettere subito a disposizione le risorse europee a sostegno delle imprese. Decisiva la capacità di fare rete.

 

Nelle interviste, nell’ordine, la voce del presidente nazionale di Confindustria Vincenzo Boccia, del neopresidente di Confindustria Cosenza Fortunato Amarelli, del presidente di Unindustria Calabria Natale Mazzuca e del direttore di Confindustria Cosenza Rosario Branda

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Salvatore Bruno
Giornalista
Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche. Inviato al seguito della delegazione della Regione Calabria al festival di Sanremo del 1997, ha lavorato per un biennio nell'ufficio stampa del Comune di Cosenza e curato la comunicazione della Commissione Riforme e decentramento e della Commissione contro la 'ndrangheta del Consiglio Regionale della Calabria. Curatore del progetto culturale "Sulle orme di Ulisse", realizzato in Sicilia, è stato inoltre radiocronista delle gare di serie B del Cosenza Calcio. Ha scritto sulle pagine di diversi quotidiani locali e nazionali, tra i quali Il Mattino, Leggo e il Corriere dello Sport. Come autore musicale ha vinto il Festival del Mare di Ancona nel 1993.
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio