All'attrice calabrese Denise Sapia la Medaglia Aurata della Norman Academy

A Roma la cerimonia di premiazione promossa dalla prestigiosa associazione italo-americana. In autunno la giovane interprete sarà sul grande schermo con Arbëria, un film scritto e diretto da Francesca Olivieri

di Marco  Lefosse
martedì 12 giugno 2018
13:21
3 condivisioni
La consegna del premio a Denise Sapia
La consegna del premio a Denise Sapia

Anche la prestigiosa Norman Academy onora il talento dell’emergente attrice calabrese Denise Sapia. L’associazione filantropica con sede in Florida e operante in Italia, tra le più importanti in campo mondiale nel sostegno e la promozione della cultura, dell’arte e della solidarietà, ha conferito alla giovane interprete cinematografica di Rossano la Medaglia Aurata. Si tratta di un riconoscimento assegnato ad personam per esaltare le doti e le peculiarità di donne e uomini straordinari. Per l’edizione 2018, la Medaglia Aurata dedicata alla categoria cinema ed espressività teatrale, è stata assegnata a Denise e al regista Daniele Falleri, autore, tra gli altri, delle fiction Le tre rose di Eva, Carabinieri, Il Commissario Manara e Solo per Amore.



La cerimonia di assegnazione della Medaglia Aurata è avvenuta lo scorso Sabato 9 Giugno presso la Casa dell’aviatore, sede del Circolo Ufficiali dell’Aeronautica Militare Italiana, in Via dell’Università a Roma, nel contesto del premio internazionale “Capitolino d’Oro” promosso dalla Norman Academy e condotto dalla giornalista Paola Zanoni.


Ovviamente soddisfatta l’attrice Denise Sapia, che in queste settimane sta lavorando, ancora una volta come attrice co-protagonista, ad Arbëria, un film scritto e diretto da Francesca Olivieri, che gli addetti ai lavori del grande schermo definiscono già come un capolavoro del cinema meridionale, nelle sale nel prossimo autunno.



«Sono orgogliosa di ricevere questo prestigioso riconoscimento – ha detto Denise intervenendo con la sua ormai proverbiale giovialità alla cerimonia di consegna della Medaglia Aurata – perché rappresenta una testimonianza nel cammino artistico che ho avuto la fortuna e l’onore di intraprendere ormai da circa un decennio. Un cammino – ha poi precisato l’interprete di produzioni cinematografiche come Lea, Tienimi Stretto, Un difficile perdono, Silent Night e Nomi e Cognomi – che non è assolutamente un punto di arrivo. Tutto quanto fatto in questi anni, i riconoscimenti e gli apprezzamenti ottenuti ho voluto sempre condividerli con le persone a me più care, con i miei familiari da cui ricevo sempre massimo sostegno, con la mia città ed il mio territorio, ai quali mi sento orgogliosa di appartenere, e non da ultimo con i miei amici e compagni di scuola e di crescita. In particolare – ha aggiunto Denise, commuovendo l’intera ed autorevole platea della Norman Academy – voglio dedicare questa Medaglia Aurata, tra i più importanti premi ottenuti in questi quasi dieci anni di carriera, a Filippo, un mio amico diversabile che da qualche giorno non è più con noi».



Parole di elogio sono state rivolte all’interprete calabrese anche dal gotha della Norman Academy e da Paola Zanoni, conduttrice del premio, che hanno voluto fortemente premiare Denise Sapia, quale rappresentante del mondo dei giovani attori che si stanno facendo onore nel mondo della cinematografia italiana. Intanto – così come annuncia Eugenio Piovosa, della Geniusmanagement, procuratore dell’attrice – si stanno valutando nuove richieste ed opportunità cinematografiche e televisive che dovrebbero vedere ancora una volta protagonista la giovane e talentuosa Denise.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Marco  Lefosse
Giornalista
Sono Marco Lefosse, classe 1982. Giornalista pubblicista dal 2011 e Idealista nel DNA. Appena diciottenne scrivo alcuni brevi contributi sulla nuova esperienza della giovane destra calabrese per Linea, il giornale di Fiamma Tricolore diretto da Pino Rauti, e per i settimanali il Borghese e lo Stato. A gennaio del 2004 inizio a muovere i passi nei quotidiani regionali. Il mio primo “contrattino” da collaboratore lo firmo con il Quotidiano della Calabria. Nel 2006 lascio il Quotidiano e accolgo con entusiasmo l’invito dell’allora direttore de La Provincia Cosentina di  Genevieve Makaping ad entrare nella squadra della redazione ionica. Nel 2008 arriva il primo vero contratto giornalistico con Calabria Ora. Un’esperienza bellissima che ha forgiato e ben temperato la mia penna. Con onore ho lavorato, ininterrottamente fino al fallimento di questo splendido progetto editoriale nel 2014, per raccontare sempre e a tutti i costi le verità della mia città e del territorio. Parallelamente all’esperienza di Calabria Ora, nel 2011, il neo Sindaco di Rossano, Giuseppe Antoniotti, mi vuole come consulente nello staff dei collaboratori di fiducia. Nel luglio  del 2013, insieme alla collega Giusj De Luca (oggi anche mia splendida compagna di vita), fondo la CMP Agency, una giovane realtà di consulenza per la comunicazione ed il marketing. E nel gennaio 2014 proprio alla CMP è affidato il servizio di Ufficio stampa e Comunicazione istituzionale del Comune di Rossano. Ad Ottobre dello stesso anno, come consulente, seguo la campagna elettorale regionale del candidato Giuseppe Graziano. Dal 2014, chiusa la lunga parentesi dell’informazione con Calabria Ora, insieme alla nuova realtà di CMP Agency mi occupo esclusivamente di comunicazione istituzionale/commerciale e di marketing. Da Aprile 2018 fa parte della meravigliosa famiglia di LaC come corrispondente per i territori dell’alto Jonio calabrese e della neonata Corigliano-Rossano terza città della Calabria.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream

Iscriviti alla newsletter

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti: