Tragedia di Genova, sotto le macerie il sangue di una 40enne calabrese

Ersilia Piccinini si era trasferita nel capoluogo ligure per amore. Nel crollo ha perso la vita insieme al marito e al figlioletto di nove anni. Su Facebook il cordoglio del sindaco di Sersale

di Lo. C.
15 agosto 2018
15:25
225 condivisioni

Da Sersale era trasferita in Liguria per amore. A Genova, insieme al marito Roberto Robiano, aveva costruito una famiglia. Uno squarcio di spiazzante normalità quello spazzata via dal crollo del ponte Manfredi, che ieri intorno a mezzogiorno si è sbriciolato, collassando sul terreno sottostante dopo una caduta di novanta metri. Ersilia Piccinini si trovava in auto con il marito e il figlio, il piccolo Samuele di appena 9 anni al momento del crollo.

 

Un’intera famiglia cancellata, una casa rimasta vuota, una quotidianità spezzata per sempre.

 

A questa immane tragedia il sindaco di Sersale ha voluto dedicare un post di cordoglio a nome dell’intera comunità del Catanzarese: «Alla famiglia Piccinini a tutte le vittime di questa ennesima ed assurda tragedia italiana ed alla Città di Genova -scrive il primo cittadino Salvatore Torchia- il nostro più sentito cordoglio».

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lo. C.
Giornalista
...
Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio