Sp 23, Toninelli riapre una strada che si percorre a passo di lumaca

VIDEO | Abbiamo viaggiato in anteprima lungo la Joppolo-Coccorino che il ministro inaugurerà lunedì, scoprendo che la messa in sicurezza per la caduta massi non è per niente definitiva. E il limite è di 30 km orari

di Agostino Pantano
domenica 28 luglio 2019
10:40
266 condivisioni
L’inizio del cantiere
L’inizio del cantiere

Quello di lunedì sarà un giorno di festa, senz'altro, ma per la riapertura della strada Joppolo-Coccorino con il dolce arriva pure l'amaro. La cerimonia a cui partecipa il ministro Danilo Toninelli segna la riconsegna dell'arteria, una delle più nevralgiche per la “Costa degli dei”, chiusa da quasi 2 anni per l'ennesima caduta di massi, ma la messa in sicurezza realizzata fra mille ritardi – ci si accorge percorrendola come abbiamo fatto noi in anteprima – non completa il programma che ora si rende necessario ampliare.

 

L'intervento fatto riguarda 1,8 km di competenza Anas, condotto grazie alla spesa di quasi 5 milioni di euro, ma il limite di velocità che avranno gli automobilisti – 30 km orari – e la posa definitiva di una lunga serie di massicce protezioni sul ciglio della strada, fanno capire come altri interventi occorrano per scongiurare nuovi pericoli. Rimane cioè da finanziare la galleria paramassi e l'aggiunta di altre reti lungo il costone, e la presenza del ministro con i vertici nazionali dell'Anas servirà anche a definire se sono chiari i tempi degli altri interventi che occorrono.

 

Intanto, Giovanni Capua a nome del “Comitato strada del mare” esprime soddisfazione per il completamento di questa prima trance che, spiega Salvatore Pedullà - tecnico dell'azienda delle strade –, ha comportato un mese di lavoro. Un'attività di cantiere, comunque, costellata anche da incidenti – che hanno causato ad esempio dei guasti lungo la condotta idrica della Sorical – e nuovi disgaggi dei massi che sono finiti a valle, verso il mare, oltrepassando la strada che, asfaltata di tutto punto, verrà riaperta nel pomeriggio di lunedì.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Agostino Pantano
Giornalista
Agostino Pantano, giornalista professionista, 43 anni, vive a San Ferdinando. È stato corrispondente dei quotidiani Gazzetta del Sud e Il Domani della Calabria. Dal 2006 al 2010 ha diretto la redazione di Gioia Tauro di Calabria Ora. Con altri colleghi, usciti dal giornale per contestare la linea editoriale, ha fondato Il Corriere della Calabria, un periodico e un sito on line per cui ha lavorato come redattore. Ha collaborato con Le Cronache del Garantista e L’Unità. Ha diretto il mensile A Sinistra e la Web Tv Pianainforma.   Dal 2010 al luglio 2016 è stato al centro di un caso giudiziario tra i più gravi nella storia del giornalismo italiano: processato due volte per la sua inchiesta sullo scioglimento per mafia del consiglio comunale di Taurianova, e in un caso per il reato di “ricettazione di notizie”, è stato assolto in entrambe le occasioni.   È componente del Consiglio nazionale dell’Unci (Unione nazionale cronisti italiani). È iscritto all’associazione “Articolo 21”. E’ laureato in Scienze Politiche con una tesi sulla storia del V° Centro siderurgico di Gioia Tauro.
Lacnews24.it
X

guarda i nostri live stream