Tarsia, al via i lavori del cimitero dei migranti dedicato al piccolo Aylan

Ad annunciarlo il sindaco, Roberto Ameruso, e il leader del Movimento diritti civili, Franco Corbelli

di Redazione
15 dicembre 2018
19:53
107 condivisioni
Una barca carica di migranti
Una barca carica di migranti

«Annunciamo ufficialmente, con grande soddisfazione e motivo di orgoglio, come italiani, che, ottenute tutte le autorizzazioni necessarie, siamo pronti ad iniziare, la prossima settimana, a pochi giorni dal Natale, i lavori del cimitero internazionale dei migranti, la grande opera umanitaria che darà dignità alle vittime dei tragici naufragi». È quanto dichiarano, in una nota congiunta, il sindaco di Tarsia, Roberto Ameruso, e il leader del Movimento diritti civili, Franco Corbelli.


«Dopo il finanziamento regionale, grazie al governatore calabrese Mario Oliverio; l'approvazione da parte del Comune di Tarsia, del progetto esecutivo (redatto dall'architetto Fernando Miglietta e dall'ingegnere Donato D'Anzi); la concessione del mutuo da parte della Cassa Depositi e Prestiti; l'aggiudicazione dei lavori, alla ditta vincitrice della gara d'appalto, mancava solo la firma dei proprietari del terzo e ultimo lotto di terreno, su cui sorgerà la grande opera. La firma, per la cessione di questo terreno, è stata apposta tre giorni fa», continuano Ameruso e Corbelli.


«Il cimitero dei migranti, che sarà intitolato al bambino siriano Aylan Kurdi - si legge ancora nella nota - sorgerà su un'area di oltre 28mila mq, in un posto molto bello e fortemente simbolico, su una collinetta, immersa tra gli ulivi secolari, di fronte al Lago e al vecchio camposanto comunale, in parte ebraico, e a breve distanza dall'ex campo di concentramento fascista più grande d'Italia, quello di Ferramonti. La monumentale opera cancellerà definitivamente la disumanità di quei corpi di poveri migranti che, dopo ogni tragedia, continuano ad essere seppelliti, con un numerino e un codice, in tanti piccoli, sperduti cimiteri, che di fatto ne cancellano, in questo modo e per sempre, ogni ricordo e riferimento per i loro familiari che non sapranno mai dove andare un giorno per portare un fiore e dire una preghiera».


Martedì prossimo Ameruso e Corbelli avranno un incontro operativo al Comune di Tarsia e, d'accordo con Oliverio, faranno conoscere tutti i dettagli sull'apertura del cantiere e l'inizio dei lavori.

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio