Strongoli, abbattuti il chiosco e il bar del clan

Le due strutture abusive erano state sequestrate lo scorso gennaio durante l'operazione “Stige” condotta dalla Dda di Catanzaro

di Giuseppe Laratta
11 ottobre 2018
12:38
18 condivisioni

Sono stati abbattuti a Strongoli Marina, nel crotonese, un chiosco adibito alla vendita di fiori, situato in via Cimitero, e un bar in viale Magna Graecia – già sottoposti a sequestro lo scorso 9 gennaio durante l'operazione “Stige” - riconducibili alla famiglia 'ndranghetista Giglio. Le due strutture abusive rappresenterebbero, secondo gli inquirenti, il legame tra l'ex amministrazione comunale – guidata dall'ex sindaco Michele Laurenzano, coinvolto anch'egli nell'operazione condotta dalla Dda di Catanzaro, al momento ai domiciliari – e le 'ndrine locali. Con ordinanza dei commissari prefettizi del Comune di Strongoli, le ruspe hanno proceduto all'abbattimento delle strutture: nel particolare, del chiosco di fiori erano rimaste solo poche macerie poiché era stato dato alle fiamme a fine agosto. Presenti i carabinieri a seguire l'operazione di demolizione.

 

LEGGI ANCHE:

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Giuseppe Laratta
Giornalista

Giornalista pubblicista dal 2015, inizia a muovere i primi passi a 16 anni approdando a Radio Studio 97, emittente radiofonica a copertura provinciale, in qualità di regista, speaker e dj, c...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio