Sparatoria a Rosarno, si costituisce Salvatore Consiglio

Il 37enne si è presentato in caserma accompagnato dal suo legale. E’ ritenuto responsabile del reato di detenzione e porto illegale di arma comune da sparo e tentato omicidio

di Redazione
21 settembre 2017
22:22
Condividi

A Rosarno nella Caserma della locale Tenenza Carabinieri, accompagnato dal proprio legale di fiducia, si è presentato  Salvatore Consiglio, di anni 37, irreperibile dal 17 settembre, al quale è stato notificato un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Dda reggina lo scorso 20 settembre, perché ritenuto responsabile del reato di detenzione e porto illegale di arma comune da sparo clandestina e tentato omicidio, in relazione i fatti accaduti nella sera di sabato scorso allorquando il trentasettenne, mentre si trovava alla guida della propria autovettura, dopo essere stato tamponato da un altro veicolo, esplodeva all’indirizzo di quest’ultimo 4 colpi di pistola cal 9x21, senza tuttavia colpire alcuno e dandosi alla fuga.

 

All’atto dell’arresto ha consegnato spontaneamente una pistola Beretta mod. PX4 Storm, con matricola abrasa, verosimilmente utilizzata per commettere il delitto. Al termine degli adempimenti di rito, l’arrestato è stato sottoposto ad interrogatorio da parte dell’autorità giudiziaria ed è stato successivamente tradotto nella Casa Circondariale di Palmi (RC).

 

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio