Identificato il killer della mattanza nel Vibonese ma è ancora in fuga

Smentita la notizia della cattura del responsabile della doppia sparatoria tra Limbadi e Nicotera. Le ricerche estese anche a Rosarno

di Redazione
12 maggio 2018
08:05
47 condivisioni

È stato identificato l'assassino della doppia sparatoria che ieri ha seminato panico e terrore tra Limbadi e Nicotera uccidendo due persone e ferendone altre tre. Si tratta di Francesco Giuseppe Oliveri. Il 32enne non è stato però catturato. Smentita dunque la notizia del suo arresto circolata nelle ore successive alle sparatorie. Il killer è ancora in fuga. L'uomo ha prima ucciso Michele Valarioti, di 63 anni, freddato a colpi di fucile a Nicotera nei pressi di casa sua. Sempre a Nicotera è stata ferita una donna Giuseppina Mollese, 80 anni, morta in sala operatoria nell'ospedale di Catanzaro dove era stata trasportata a causa della ferita all'addome. In precedenza, a Limbadi, tre persone, una delle quali imparentata con la vittima, erano state ferite in un bar.

 

I carabinieri sono dunque ancora sulle tracce dell'attentatore. In volo mezzi aerei dell'Ottavo Elinucleo. Allertato anche il reparto speciale dei militari del Nucleo Cacciatori Calabria. La Fiat Panda dell'uomo, che avrebbe continuato probabilmente la sua fuga a piedi, è stata ritrovata nelle campagne di Limbadi. È in corso una imponente battuta di ricerca dei carabinieri estesa nelle ultime ore anche a Rosarno.

 

LEGGI ANCHE: Terrore e sangue tra Limbadi e Nicotera: morti e feriti FOTO-VIDEO

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio