La droga pronta allo spaccio nascosta anche sotto il letto del bambino

VIDEO | È quanto emerge dall’inchiesta “Nikita” che ha portato in carcere un intero nucleo familiare nella Locride. A gestire le attività di spaccio la madre

di Angela  Panzera
9 luglio 2019
11:00
20 condivisioni

Cinque chili di marijuana nascosti sotto il letto dove dormiva un bambino. Li hanno scoperti questa notte i carabinieri della compagnia di Locri durante le perquisizioni effettuate nell’ambito dell’operazione “Nikita” che stamani ha visto finire in carcere sei persone accusate di aver messo in piedi una vera e propria organizzazione criminale che spacciava eroina e cocaina sul territorio di Benestare, centro della Locride. A finire in manette un intero nucleo familiare diretto, secondo la Dda dello Stretto, da Teresa Pizzata insieme ai figli Giuseppe, Antonio e Rosario Musolino. E proprio a casa di quest’ultimo che i carabinieri hanno trovato i cinque chili di droga, sigillata e in attesa di essere smerciata sulle piazze, che era stata nascosta sotto il letto del proprio figlioletto. La sostanza stupefacente è stata sequestrata.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio