Porto di Vibo, al via la demolizione dei sette silos in disuso da anni

Adibiti allo stoccaggio di cereali ma inutilizzati da tempo, i serbatoi alti 25 metri verranno smantellati nei prossimi giorni, per far spazio a nuove funzionalità. Tra le ipotesi di rifunzionalizzazione, anche quella del trasporto passeggeri

di M LT
2 marzo 2020
13:53
150 condivisioni

Nella foresta di nuove costruzioni che si moltiplicano lungo il paesaggio costiero, oggi si registra una notizia in controtendenza: una demolizione. A venir giù, è un simbolo – seppure in negativo, in termini paesaggistici – dello skyline vibonese. Sono difatti partite le operazioni per lo smantellamento dei 7 silos alti 25 metri posizionati al confine tra la banchina Bengasi e la banchina Paparelli del porto di Vibo Marina. I serbatoi, adibiti allo stoccaggio di granaglie ed in concessione alla MSP Trading di Vibo Valentia, erano in disuso da diversi anni, causa il progressivo ridursi dei traffici per la pervenuta secondarietà del trasporto dei cereali nella logistica dell’infrastruttura.

Cantiere già aperto

L’azienda, pertanto, non ha ritenuto opportuno rinnovare la concessione: ed oggi, sono già in corso di svolgimento le procedure per l’allestimento del cantiere, che ospiterà sia le operazioni propedeutiche allo smantellamento vero e proprio che i materiali di risulta. La demolizione partirà presumibilmente mercoledì 4 o giovedì 5, a seconda delle condizioni meteo che si annunciano sfavorevoli, e si protrarrà per diversi giorni. Gli spazi verranno rifunzionalizzati sulla base delle nuove esigenze dell’infrastruttura. Due le ipotesi in essere, ad oggi: stoccaggio di materiali edili o terminal di traghetti per il trasporto delle persone.

 

M LT
Giornalista

Monica La Torre, padre calabrese e madre umbra, nasce a Tropea 50 anni fa. Nenache cinquenne, è costretta da un destino avverso ad emigrare in una ridente cittadina tra...

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio