Sequestro di persona, percosse e minaccia di stupro: pregiudicato ai domiciliari

Arrestato un 46enne di Cosenza, già noto alle forze dell'ordine. Dopo aver subito il furto di una bici elettrica, ha aggredito una ragazza, ritenendo che fosse responsabile dell'episodio 

di Salvatore Bruno
17 gennaio 2020
15:15
Condividi

Con le accuse di sequestro di persona a scopo di estorsione, rapina e tentata violenza sessuale un 46enne di Cosenza, T.I., è stato arrestato e posto ai domiciliari dagli agenti della squadra mobile, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Catanzaro, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia.

Tutto per una bicicletta

Le indagini hanno consentito di accertare che nella scorsa estate, l'uomo aveva percosso e sequestrato una ragazza, minacciandola di violenze sessuali, poiché la riteneva responsabile della sottrazione di una bicicletta elettrica del valore di circa 800 euro. In particolare T.I., già noto alle cronache giudiziarie,dopo essersi accorto del furto, ipotizzando che a commetterlo fosse stata la giovane lì presente, afferrandola con forza da un braccio la trascinava in un locale poco distante, dentro il quale, dopo averla rinchiusa a chiave e averle sottratto documenti e telefono cellulare, brandendo un coltello, minacciava di stuprarla e poi di farla stuprare da altre persone, liberandola solo dopo l’arrivo dei familiari unitamente a personale della polizia, nel frattempo allertato con una segnalazione al 113.

Salvatore Bruno
Giornalista

Giornalista e reporter televisivo da oltre vent'anni, ha maturato una lunga esperienza nella comunicazione istituzionale occupandosi dei rapporti con la stampa di diverse figure politiche.

...

guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio