L'ambulatorio solidale di Scalea pensa ai bisognosi: cibo, vestiti e visite gratuite

VIDEO | Attivato nei locali che ospitano il Centro Donna "Roberta Lanzino" rimarrà aperto tutte le mattine dal lunedì al sabato ed erogherà i servizi anche ai non residenti

di Francesca  Lagatta
11 ottobre 2019
16:02
1065 condivisioni
Rosanna Grisolia, responsabile dell’ambulatorio sanitario solidale, e Franco Celano, infermiere in pensione
Rosanna Grisolia, responsabile dell’ambulatorio sanitario solidale, e Franco Celano, infermiere in pensione

Sono milioni gli italiani che, a causa della devastante crisi economica, devono rinunciare alle cure perché non possono permettersi il lusso di pagare né ticket né visite mediche. In Calabria, poi, a ciò si aggiunge anche lo smantellamento continuo di reparti e strutture sanitarie pubbliche, che molto spesso si traduce in disservizi o costringe gli utenti a rivolgersi alla costosissima sanità privata. Gli utenti calabresi con reddito basso rischiano per questo di vivere nel limbo delle incertezze e della mancata prevenzione, senza poter usufruire nemmeno di un banalissimo prelievo di sangue. A Scalea, però, una trentina di angeli con in dosso i panni da volontari ha cercato di contrastare questo triste fenomeno, diffuso soprattutto tra gli anziani, e da qualche tempo ha creato l'ambulatorio sanitario solidale grazie anche alla disponibilità di alcuni infermieri in pensione, i quali, a loro volta, si avvalgono dell'aiuto e della collaborazione di medici di base e specialisti. L'ambulatorio, di cui è responsabile Rosanna Grisolia, si trova nella sede del Centro Donna "Roberta Lanzino" nella centralissima via Lauro e rimane aperto due ore al giorno, tutti i giorni, dal lunedì a sabato, dalle 10 a mezzogiorno.

Visite e prenotazioni gratuite

Tra i servizi offerti dall'ambulatorio solidale, di cui possono usufruire anche i non residenti, ci sono terapie intramuscolari, sottocutanee ed endovenose, misurazione della glicemia e della pressione arteriosa, medicazioni e, su richiesta, anche prelievi del sangue. Ma non è tutto. Il piccolo magazzino funge anche da sportello per le prenotazioni, che ovviamente avvengono solo in presenza dell'impegnativa a firma del medico di base. Qui, senza perdersi nei meandri delle inefficienze e delle lungaggini della sanità pubblica, è possibile prenotare con assoluta facilità esami di mammografia, rx, tac, moc ed ecografie addominali. Allo stesso modo, è possibile prenotare visite senologiche, urologiche, oculistiche, gastroenterologiche, odontoiatriche, geriatriche, nefrologiche, ortopediche e cardiologiche.

Un'oasi di generosità

I locali dello stabile al primo piano, messi a disposizione dall'amministrazione comunale guidata dal sindaco Gennaro Licursi, rappresentano per la città di Torre Talao una vera e propria oasi di generosità. Infatti, l'associazione Lotus del presidente Fabrizio Didona e alcune altre realtà sociali associative del posto che collaborano sinergicamente, gestiscono separatamente anche la distribuzione dei pacchi alimentari e un emporio. Nel piccolo bazar, denominato simpaticamente Portobello («a chi serve prende e a chi non serve lascia») si trovano principalmente vestiti, di ogni taglia e misura, estivi e invernali, per uomini, donne e bambini. Ma ci sono anche scarpe, accessori e qualche giocattolo. Qui, le persone che ne hanno necessità, scelgono con cura i capi d'abbigliamento o gli oggetti in bella mostra e se ne impossessano senza pagare. Affinché nessuno rimanga indietro. La merce, che deve essere in ottime condizioni, viene donata dai cittadini che decidono di disfarsene.

Se vuoi ricevere gratuitamente tutte le notizie sulla Calabria lascia il tuo indirizzo email nel box sotto e iscriviti:

Francesca  Lagatta
Giornalista

Francesca Lagatta è nata a Praia a Mare l’11 aprile del 1985. Dopo molteplici esperienze con la stampa locale, nel 2011 approda dapprima ad Hi Tech Paper del giornalis...

Lacnews24.it
X
guarda i nostri live stream
Guarda lo streaming live del nostro canale all newsGuarda lo streaming di LaC TvAscola LaC Radio